Libia: svanito al 42esimo il sogno FIFA

55

LIBIA – Tripoli. 08/09/13. Svanito al 42esimo il sogno libico di entrare a far parte della rosa delle squadre in finale  per Coppa del Mondo Fifa. E così sarà il Camerun che andrà in finale grazie a un goal di Chedjou. La partitia disponibile su you tube a questo indirizzo: 
http://m.youtube.com/watchv=xNHKiilsIyg&desktop_uri=%2Fwatch%3Fv%3DxNHKiilsIyg

 LIBIA – Tripoli 08/09/2013. La Libia è l’unico paese del Nord Africa che non si è mai qualificata per la fase finale di una Coppa del Mondo Fifa e se la nazionale libica vuole raggiungere questo prestigioso traguardo per la prima volta a Brasile 2014, prima devono battere il Camerun nella finale del Gruppo I africano l’8 settembre e passare al secondo turno di qualificazione.

È solo allora che possiamo iniziare a sognare, dice il Tripoli Post. La Libia va in questa partita a Yaoundé con fiducia pur non potendo disporre al meglio dei suoi due migliori talenti, Ahmed Ahmed Zuway e Muhammad Esnaani, entrambi non in forma dopo gli infortuni che li hanno visti protagonisti. Tuttavia, la nazionale viene potenziata con l’inclusione di un trio di professionisti: Muhammad al -mad Mounir, Djamal Abdallah e Éamon Zayed. Benali è stato l’ultimo ad unirsi alla squadra direttamente a Yaoundé. La nazionale di Tripoli è finora imbattuta nelle qualificazioni; tra le partite vinte anche un clamoroso 2-1 contro i Leoni Indomabili del Camerun a giugno 2013 in campo neutro in Tunisia. Nelle ultime settimane, la Libia è stata sottoposta a un’intensa preparazione in Tunisia, Marocco e Guinea Equatoriale. C’è grande coesione della squadra. Solo le 10 vincitrici dei gironi andranno al prossimo turno di qualificazioni, e il sorteggio per la fase finale si farà al Cairo il 16 settembre. Tre squadre provenienti dal Nord Africa, Algeria, Egitto e Tunisia sono già passate insieme a Costa d’Avorio e Ghana che il 7 settembre ha battuto lo Zambia per 2-1 nel Gruppo D. Libia hanno fatto più del previsto, visto che è solo nelle ultime settimane che la squadra è stata in grado  di giocare in casa; per 32 mesi i libici sono stati costretti a giocare le loro partite internazionali, comprese le amichevoli, in campo neutro.