Scooteristi vietnamiti nell’occhio del fisco

36

VIET NAM – Ho Chi Minh 24/08/2014. L’assessorato dei Trasporti di Ho Chi Minh ha chiesto alla giunta municipale di istituire per le spese di manutenzione stradale la tassa di circolazione per i motociclisti dal 1 gennaio del 2014, con un ‘imposiizone annuo più elevata, pari a 150mila Vnd (7,05 dollari) per ogni moto.

Per poter essere applicata, la riscossione deve essere approvata dal Consiglio popolare della città durante la sua seduta a settembre. Secondo il piano di riscossione dell’assessorato, i motociclisti con motori fino a 100 cc dovranno pagare 50mila Vnd (2,35 dollari) all’anno e quelli con motori tra 100-175 cc 120mila Vnd (5,64 dollari) all’anno. Per le moto con motori superiori a 175 cc, la tassa sarà 150mila Vnd (7,05 dollari) all’anno. Inoltre non sarà imposta nessuna tassa sulle biciclette elettriche. Oltre a questa tassa, su tutti i veicoli da carico a 4 ruote con motore a 1 cilindro sarà imposta una tassa annua di 2.16 milioni Vnd (101,5 dollari). Secondo il pipano, i comitati di rioni, i comuni e le città del popolo hanno il compito di informare i proprietari di moto nella compilazione delle dichiarazioni di proprietà dei veicoli; sulla base di queste dichiarazioni, le agenzie competenti colletteranno le tasse e daranno le ricevute ai contribuenti.
Ho Chi Minh aveva oltre 5,8 milioni di motociclette registrate all’inizio del 2014. Fino ad ora, la raccolta delle tasse era stata sospesa per le difficoltà economiche diffuse tra al popolazione. La manutenzione Fondo per la manutenzione stradale ha due livelli di gestione: centrale e locali: il sessantacinque per cento delle tasse riscosse sarà gestito dal fondo centrale, mentre il resto sarà gestito da fondi locali. Secondo il fondo centrale, 60 delle 63 province e città del paese hanno deciso quali tariffe.