Crescita stentata per il Messico

59

MESSICO – Città del Messico 24/08/2014. Il prodotto interno lordo del Messico è cresciuto dell’1,7 per cento nel primo semestre del 2014, rispetto allo stesso periodo nel 2013.

Lo riporta l’Istituto Nazionale di Statistica messicano (Inegi) il 21 agosto. La seconda più grande economia dell’America Latina è cresciuta dell’1,6 per cento nel secondo trimestre, segnando un rallentamento rispetto al primo trimestre, quando il Pil si è espanso ad un tasso annuale dell’1,9 per cento, afferma l’INEGI. Il Pil è cresciuto a un tasso dell’1,04 per cento nel secondo trimestre, senza alcun aggiustamento per fattori stagionali, rispetto al primo trimestre. Il settore primario dell’economia è stato sostenuto nel periodo aprile-giugno dall’agricoltura, in particolare da una maggiore produzione di mele, pomodori, peperoncini, foraggio, mais, fagioli, caffè, avocado e grano. Il settore dei servizi ha visto una forte crescita nei mass media, in crescita del 4,7 per cento; negli alloggi temporanei, cresciuti del 4 per cento; immobiliare, in aumento del 2,3 per cento; e nel commercio, cresciuto a un tasso dell’1,8 per cento. Il settore secondario ha registrato una crescita in due dei suoi quattro componenti, con la produzione in espansione del 2,4 per cento; la produzione di energia elettrica, trasmissione e distribuzione, l’acqua e la distribuzione del gas sono state in crescita del 1,4 per cento. Il settore minerario si è contratto dell’1 per cento, mentre il settore edilizio ha subito un piccolo avanzamento dello 0,60 per cento, un ritmo più moderato rispetto al trimestre precedente. Il governo e le istituzioni finanziarie messicane si aspettano una migliore performance economica nella seconda metà di quest’anno, grazie alla forza delle esportazioni e all’aumento della spesa pubblica sui progetti di lavori pubblici. La Banca del Messico ha rivisto le sue previsioni al ribasso del Pil la scorsa settimana: da una oscillazione del 2,3 – 3,3 per cento al 2 – 2,8 per cento. Il governo messicano ha rivisto le sue stime di crescita economica 2014 al ribasso a maggio dal 3,9 al 2,7 per cento. Il Pil del Messico è cresciuto solo dell’1,1 per cento nel 2013 a causa di un forte rallentamento nella prima metà dell’anno.