IRAN. Al via il fotovoltaico iraniano

40

L’Iran approfondisce la cooperazione all’interno dei BRICS. Il presidente del Tatarstan Rustam Minnikhanov, che in settimana era in visita di lavoro a Teheran, ha discusso le questioni della cooperazione economica con il ministro dell’Economia e delle Finanze iraniano Ehsan Khandouzi.

Riferendosi al prossimo vertice dei BRICS a Kazan, capitale del Tatarstan, il Ministro dell’Economia ha annunciato l’impegno dell’Iran a cogliere nuove opportunità economiche attraverso l’adesione dell’Iran ai BRICS da gennaio 2024.

Ha anche sottolineato la crescente cooperazione tra la Repubblica del Tatarstan e le province iraniane. Khanduzi ha anche ringraziato Minnikhanov per aver fornito una buona assistenza nello sviluppo dell’ufficio della Banca mondiale degli affari a Kazan, che contribuirà allo sviluppo delle relazioni bilaterali.

Durante l’incontro, Minnikhanov ha invitato Khanduzi e una delegazione imprenditoriale iraniana al Forum economico internazionale “Russia – Mondo islamico: KazanForum” nel maggio 2024.

L’Iran negli ultimi due anni sta cercando di approfittare di una nuova spaccatura tra Ovest ed Est per dare un nuovo impulso all’economia e allo sviluppo. Per esempio attualmente Teheran è impegnata nella costruzione centrali solari con una capacità di 10mila MW.

Il capo dell’Organizzazione per le fonti energetiche rinnovabili e le tecnologie elettriche dell’Iran, Akbar Shabani-nia, ha affermato che in varie regioni del paese si stanno costruendo centrali solari con una capacità totale di 10mila MW.

«Stiamo facendo sforzi per passare agli standard internazionali migliorando la qualità delle apparecchiature delle centrali elettriche. Lo sviluppo del mercato delle apparecchiature solari è uno dei programmi più importanti del Paese, che cercheremo di attuare con il sostegno del governo e del settore privato», ha dichiarato Akbar Shabani-nia.

Nonostante il ritiro degli investitori stranieri dal mercato iraniano a causa delle sanzioni, esiste il potenziale per aumentare ulteriormente la capacità degli impianti solari nel paese, poiché il paese produce internamente pannelli fotovoltaici. Il contributo più notevole può essere dato dalla società Taban, che possiede diversi impianti di energia solare in funzione e sta realizzando progetti nel sud dell’Iran, a Bardsir e Bafta.

Lucia Giannini

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/