HAITI. C’è l’accordo sul Consiglio di transizione. Pesante situazione sanitaria

56

Le forze politiche di Haiti hanno concordato la formazione di un Consiglio presidenziale di transizione della durata di 22 mesi per guidare il paese devastato dalla violenza verso nuove elezioni democratiche, credibili e partecipative attraverso le quali ripristinare la normalità a Port-au-Prince.

“L’accordo politico esprime una visione condivisa della transizione costruita dai settori e rappresenta un impegno responsabile nei confronti del popolo haitiano”, si legge nel comunicato, ripreso da MercoPress.

L’organismo transitorio avrà tre priorità: “Sicurezza, riforme costituzionali e istituzionali ed elezioni”. La tabella di marcia concordata sarà attuata dal Consiglio presidenziale in collaborazione con il prossimo governo consensuale per ripristinare stabilità, pace, unità e progresso.

Il documento stabilisce inoltre le linee guida per la governance politica della transizione, insieme alla sua missione, visione e responsabilità delle sue strutture istituzionali.

Questa transizione si basa su valori e principi come l’inclusione, la partecipazione dei cittadini, l’integrità, la pace, il rispetto e la protezione della sovranità nazionale, sottolinea il documento.

L’accordo sarà firmato dalle parti coinvolte e poi trasmesso ufficialmente al Governo attraverso la Comunità dei Caraibi, Caricom. L’organizzazione regionale ha svolto il ruolo di mediatore nel processo di dialogo.

Nessuno dei membri del consiglio potrà candidarsi a quelle elezioni. Le nuove autorità sostituiranno Ariel Henry, il primo ministro ad interim haitiano, che ha annunciato le sue dimissioni l’11 marzo.

La situazione è peggiorata dalla fine di febbraio, quando bande di fuorilegge hanno attaccato le stazioni di polizia, le carceri, le sedi del governo e l’aeroporto principale.

Sempre pesante la situazione sanitaria. L’ultimo rapporto dell’Ocha del 10 aprile riporta che dall’8 aprile l’Organizzazione Panamericana della Sanità/Organizzazione Mondiale della Sanità (OPS/OMS) e il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA) hanno iniziato i servizi di taglio cesareo in 3 ospedali di Port-au-Prince. Il Concern Worldwide ha identificato 400 nuove persone per il suo programma di trasferimento di denaro per l’assistenza alimentare.

Alla stessa data, 34 degli 87 siti per sfollati interni a Port-au Prince sono scuole, dove oltre 500.000 pasti caldi vengono distribuiti dal WFP e dai suoi partner in 57 centri per sfollati interni a Port-au-Prince dal 1° marzo.

Il settore sanitario continua a pagare un prezzo elevato poiché la violenza delle bande continua a interrompere l’accesso ai servizi sanitari, in particolare nell’area metropolitana di Port-au-Prince. L’Ospedale universitario statale di Haiti è chiuso dal 30 marzo, mentre l’Ospedale universitario La Paix, il più grande ospedale pubblico funzionante, è sopraffatto. Il sistema di riferimento del Centro nazionale di ambulanze continua ad affrontare sfide, poiché il personale e le ambulanze hanno difficoltà ad accedere alle aree controllate dalle bande.

Oggi in 87 centri vivono più di 89.000 persone, cioè 21.531 famiglie, di cui il 54% sono donne e il 34% bambini. Secondo l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, circa il 32% dei siti non dispone di latrine.

Sul piano dei finanziamenti le cose non vanno decisamente bene: il Piano di risposta e bisogni umanitari del 2024 (HNRP) è finanziato per poco meno del 7%.

Lo stanziamento di 12 milioni di dollari del Fondo centrale di risposta alle emergenze delle Nazioni Unite (CERF) del 28 marzo sarà destinato ad attività salvavita come la fornitura di cibo, acqua, protezione, assistenza sanitaria, servizi igienico-sanitari e supporto igienico a beneficio degli sfollati e delle comunità ospitanti in Port-au-Prince e il vicino dipartimento di Artibonite, anch’essi colpiti dalle violenze, nonché i servizi aerei umanitari.

Maddalena Ingrao

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/