DOMINO EVERGRANDE. Chiesta nuova dilazione su debito on shore

376

China Evergrande Group dovrebbe chiedere una dilazione di sei mesi nel rimborso e nei pagamenti delle cedole di un’obbligazione da 4,5 miliardi di yuan in un incontro con gli obbligazionisti questo fine settimana. Evergrande sta lottando per ripagare più di 300 miliardi di dollari di passività, compresi quasi 20 miliardi di dollari di obbligazioni offshore considerate in cross-default dalle agenzie di rating il mese scorso, dopo aver mancato i pagamenti.

Il ritardo è stato chiesto a causa dello “stato operativo attuale” dell’emittente, Hengda, il braccio immobiliare di punta di Evergrande, si legge in una dichiarazione di mercoledì scorso ripreso da AF. Evergrande sta cercando di rinviare il rimborso e i pagamenti delle cedole del bond di Hengda Real Estate Group da 4,5 miliardi di yuan 6,98% gennaio 2023 all’8 luglio dall’8 gennaio, il che dà agli obbligazionisti la possibilità di rivendere le obbligazioni all’emittente questo fine settimana. La negoziazione delle obbligazioni è stata interrotta da giovedì 6 gennaio in vista della riunione con gli obbligazionisti, ha detto Hengda. In un’altra risoluzione da approvare durante la riunione on line, Hengda deve promettere di soddisfare il suo obbligo di debito, e dovrà formulare un piano di rimborso ragionevole non appena si aspetta un mancato pagamento in tempo, secondo la dichiarazione.

Evergrande, lo sviluppatore più indebitato del mondo, non ha ancora mancato alcun pagamento di obbligazioni onshore, che sono più vecchie del debito offshore. L’azienda non è riuscita a fare 82,5 milioni di dollari in pagamenti di interessi offshore alla fine di un periodo di grazia di un mese all’inizio del mese scorso.

L’incontro annunciato pubblicamente dallo sviluppatore con gli obbligazionisti onshore è in netto contrasto con il silenzio che continua a mantenere sullo stato del suo credito offshore da quando ha mancato il pagamento delle cedole in dollari per la prima volta a settembre 2021.

Lucia Giannini