Colombo avrà una città nel mare

59

SRI LANKA – Colombo. 31/10/13. Lo Sri Lanka ha intezione di spendere 1.43 miliardi di dollari per dare vita a Colombo alla costruzione di una città lungo il litorale della capitale estesa nel mare.

Il progetto sarà portato al Gabinetto del Governo per l’approvazione nei prossimi giorni e la costruzione dovrebbe cominciare a dicembre. Il progetto, mira a recuperare un sito di 230 ettari dal mare per costruire una mini-città che si prevede includa un circuito di Formula 1. Lo Sri Lanka intende attrarre 15 miliardi di dollari in investimenti per il paese.

Lo Sri Lanka Port Authority statale (SLPA) autorità preposta al controllo della realizzazione del progetto, ha già firmato un accordo di 1,43 miliardi di dollari con la China Communications Construction Co Ltd. per costruire una città sul sito ettari 230 che verrà recuperato dal mare. Il progetto di costruzione prevede una durata di 39 mesi e includerà anche eco-parchi, aree residenziali, uffici e centri commerciali. Sarà adiacente al porto di Colombo, anche questo in espansione costruito da una società cinese. Il direttore del Progetto Susantha Abeysiriwardene ha detto ai giornalisti che se il Gabinetto approva il progetto la costruzione potrebbe iniziare nel mese di dicembre, dopo una cerimonia di apertura a metà del mese prossimo.

«Una volta che abbiamo ottenuto il permesso dal Consiglio dei Ministri speriamo di firmare accordi rilevanti e iniziare la costruzione entro dicembre», ha detto aggiungendo che il lavoro iniziale è già stato avviato. Parte dei finanziamenti verranno direttamente dalla Cina mentre il resto verrà da altri finanziatori. In cambio lo Sri Lanka cederà un contratto di locazione per 99 anni, sia per i porti che per le autostrade ha riferito il viceministro, Rohitha Bogollagama, ai media all’inizio di questo mese. La nuova città sarà tra i più ricercati luoghi di Colombo ed sarà adiacente alla zona vip in via di ultimazione tra cui Shangri -La Hotel da 500 milioni.

Dal momento che in Sri Lanka si è conclusa una guerra durata 30 anni la Cina è diventata il miglior prestatore di soldi. Dal 2009 Pechino è diventato un fornitore di finanziamento massicci per progetti in infrastrutture sull’isola come autostrade, ferrovie, centrali a carbone, l’aeroporto e il porto per un valore di circa 4 miliardi di dollari.