TURCHIA. I medici ribadiscono: i casi di COVID 19 sono più delle cifre ufficiali 

554

I medici negli hotspot di coronavirus in Turchia dicono che gli ospedali si stanno riempiendo di più casi di quelli che si riflettono nel conteggio ufficiale a livello nazionale, che questa settimana ha superato i 1.000 casi, riporta Reuters. Le unità di terapia intensiva e i pronto soccorso degli ospedali riservati ai pazienti del Covid-19 sono al completo ad Ankara e nella città sudorientale di Gaziantep.

Il governo, riporta Turkish Minute, che ha revocato un parziale blocco a giugno per far ripartire l’economia, ha lanciato il suo avvertimento il 4 luglio, quando il ministro della Salute ha descritto i 1.083 nuovi casi di COVID-19 come un aumento “grave” dopo un fine settimana di vacanza di quattro giorni. Le autorità hanno lanciato nuove misure, tra cui multe per non aver indossato maschere o per aver mantenuto la distanza sociale. Secondo i dati ufficiali, i nuovi casi sono poco meno di 1.000 per più di tre settimane.

L’Ordine dei medici di Gaziantep-Kilis ha detto che un singolo ospedale della regione ha registrato 200 nuovi casi di COVID-19 in un giorno, con un tasso di infezione particolarmente alto tra gli operatori sanitari. Ad Ankara, l’Ordine ha detto che circa 1.000 persone risultano positive ogni giorno nella capitale, e ha dato la colpa a quello che ha definito un allentamento prematuro delle misure di isolamento in giugno. Secondo Reuters, l’autorità sanitaria provinciale di Ankara ha richiesto a tutti gli ospedali di riservare il 50 per cento dei posti letto delle cliniche e tutti i posti letto vuoti in terapia intensiva per COVID-19 e ha chiesto ritardi in tutti gli interventi chirurgici e nei ricoveri di medicina interna.

Separatamente, l’autorità ha detto che il 63 per cento dei posti letto di terapia intensiva ad Ankara erano occupati, mentre il 50 per cento di tutti i posti letto dell’ospedale erano occupati. I dati ufficiali indicano che il coronavirus ha ucciso 5.765 persone e ne ha infettate 234.934 in Turchia, mettendo il Paese al 17° posto a livello globale dei casi totali.

Il governo del Presidente Recep Tayyip Erdoğan ha esercitato forti pressioni sui paesi affinché permettano ai turisti di visitare nuovamente la Turchia per sostenere l’economia, e il 4 luglio la Germania ha revocato gli avvisi di viaggio per alcune regioni turche. Il ministro della Salute Fahrettin Koca ha detto che l’impennata nei casi è dovuta principalmente a individui che ignorano le regole.

Maddalena Ingrao