SALUTE. Troppi bambini obesi in Campania, il Festival dei 5 Colori riparte da Napoli

157

È la Campania, in Italia, a detenere il record, negativo, di bambini in sovrappeso o affetti da obesità conclamata. I dati registrati dall’Istituto Superiore di Sanità non lasciano scampo a interpretazioni equivoche: ben il 44% presenta un eccesso ponderale, con rischio aumentato – nell’avanzare degli anni – di sviluppare disturbi metabolici, tumori e diabete, problemi all’apparato cardiovascolare (dietro la Campania si posiziona la Calabria con i numeri più alti di persone oversize, ndr).

«Intervenire in tempo è possibile e il primo passo coincide col seguire stili di vita sani – vedi la dieta mediterranea – contribuendo a limitare i pericoli per lo status psico-fisico della popolazione».

Sarà proprio Napoli, dal 17 al 21 maggio prossimi, a ospitare, al Maschio Angioino, la seconda edizione del Festival dei 5 Colori, promosso e organizzato in collaborazione con l’Università Federico II e il fattivo supporto delle istituzioni.

«Dopo il debutto 2022 a Tropea – spiegano i promotori – questanno il progetto dedicato al benessere e alla sana alimentazione si svilupperà in un vero e proprio tour, che interesserà la Campania, una delle regioni più ricche di tradizioni legate al cibo dello stivale, in cinque giorni di incontri dedicati a cultura, sostenibilità, ambiente, arte e divertimento, per poi proseguire in Calabria».

Indirizzato a tutte le fasce fasce detà, dai piccoli – c’è il coinvolgimento dellOspedale Bambino Gesù di Roma – fino agli adulti (anziani compresi), il Festival alternerà i momenti culturali a giochi e attività sportive. A organizzare la manifestazione è lAssociazione Pancrazio, nata dallimpegno di giovani studenti di Medicina, Farmacia e Biologia. In Campania e in Calabria porteranno il loro contributo diretto testimonial e personaggi del mondo dello spettacolo e della musica: dall’attore Nino Frassica al compositore, Premio Oscar, Nicola Piovani. Ospiti speciali i protagonisti della serie tv Mare Fuori.

«La pandemia da Covid-19 – dice Francesco Cognetti, presidente FOCE – ha cambiato in peggio le abitudini di molta parte degli italiani. In oltre un milione – 1,2 milioni per la precisione –hanno cominciato o ripreso a fumare e il 32% degli adulti è cresciuto di peso. Il Festival rappresenta l’occasione utile a sensibilizzare ogni individuo sul come praticare la dieta mediterranea, combattere la sedentarietà, ridurre il consumo di alcool, non fumare e adottare modelli virtuosi. Basta davvero poco per mantenersi in salute, con accorgimenti a costo zero e non invasivi: la corretta alimentazione è la medicina dei sani».

«Si torna con ancora più voglia d’informare, comunicare e stare insieme» spiega Maria Teresa Carpino, presidente Associazione Pancrazio e ideatrice del Festival. «Per farlo, affiancheremo ai cinque giorni in Campania un vero e proprio Tour dei 5 Colori, che ci vedrà presenti in tutta la Calabria. Le due regioni sono le più colpite dai gap correlati al peso e includono alcuni tra i territori italiani più ricchi di prodotti sani e gustosi: qui è possibile mantenersi in salute mangiando prelibatezze e senza privarsi del piacere della cucina. Il numero 5 è il simbolo ricorrente dell’evento i cinque colori del benessere, rosso, verde, bianco, giallo e blu, legati a frutta e verdura, alimenti di cui non dobbiamo mai fare a meno».

Marco Valeriani

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/