MONTENEGRO. Per Ankara è un ambiente ideale per fare investimenti

101

Il Montenegro e la Turchia puntano a trovare nuove opportunità, ha dichiarato il 7 giugno il presidente balcanico, aggiungendo che i due Paesi potrebbero migliorare notevolmente i loro legami. Intervenendo a un evento organizzato dal Consiglio per le Relazioni Economiche Estere della Turchia, Deik, Milo Dukanovic ha affermato che il suo Paese punta a costruire relazioni con le imprese e gli investitori turchi.

«La Turchia», riporta Yeni Safak, «è un amico del Montenegro», ha affermato Djukanovic, sottolineando che Podgorica è lieta di lavorare con Ankara sotto gli auspici della Nato. Nonostante l’instabilità sia comune nella regione dei Balcani occidentali, il Montenegro è stato in grado di attrarre investitori stranieri con una popolazione di 650.000 abitanti, ha sottolineato.

Con il 20% dell’economia del Paese basato sugli investimenti stranieri, Djukanovic ha affermato che sono stati «realizzati importanti progetti in termini di turismo, energia e infrastrutture». Parlando del processo di candidatura del Montenegro all’adesione all’Ue, il presidente ha affermato di non avere dubbi sul fatto che il Paese entrerà a far parte del blocco.

«Nonostante alcuni errori da parte dell’Ue, il Montenegro non farà un passo indietro», ha affermato, giurando di continuare a lavorare per diventare un membro e contribuire a un’Ue più forte.

«La guerra tra Russia e Ucraina sta aggravando i problemi esistenti», ha detto Djukanovic; «Non vogliamo vederli come interlocutori di guerra. L’Ue e la Russia dovrebbero stare insieme e cooperare. La guerra non è una soluzione».

Nail Olpak, capo della Deik, ha dichiarato che il volume degli scambi bilaterali tra Turchia e Montenegro era di 130 milioni di dollari nel 2021 e ha sottolineato che non sarebbe stato difficile raggiungere l’obiettivo di 250 milioni di dollari. Ha aggiunto che questo obiettivo salirà in seguito a 500 milioni di dollari e che il mondo degli affari deve prepararsi a questo traguardo.

Secondo il Consiglio d’affari Turchia-Montenegro del Deik, Podgorica offre importanti opportunità per le imprese nei settori dell’edilizia alberghiera e residenziale, delle infrastrutture, dei materiali da costruzione, del turismo, del tessile per la casa, della produzione di grandi elettrodomestici e dell’energia.

Recentemente, gli investitori turchi hanno visibilmente aumentato le attività in Montenegro e le riforme economiche attuate nel Paese balcanico hanno aperto la strada a un ambiente molto favorevole agli investimenti stranieri e alla cooperazione economica, secondo Deik.

Lucia Giannini