INTELLIGENZA ARTIFICIALE. Aumentano le truffe con l’IA

76

L’IA generativa è oggetto di un crescente abuso, con il numero di casi di frode legata alle imprese nella prima metà del 2023 che raddoppia rispetto a quello dell’anno precedente e le misure per combattere il “lato oscuro” della tecnologia diventano sempre più urgenti.

Secondo Abnormal Security, una piattaforma americana di sicurezza e-mail, il numero di e-mail aziendali fraudolente nella prima metà del 2023 è aumentato dell’89% a livello globale rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Con una media di 2,5 e-mail fraudolente ricevute ogni 1.000 caselle di posta a settimana, il ritmo di crescita è stato molto più rapido rispetto al 46% dello stesso periodo del 2022, , riporta Nikkei.

In Giappone, secondo l’Agenzia nazionale di polizia, nei primi sei mesi del 2023 ci sono stati 2.322 trasferimenti di denaro non autorizzati tramite internet banking, un aumento di 16 volte rispetto all’anno precedente. Sono ammontati a 3 miliardi di yen, pari a 21 milioni di dollari, poiché le rimesse illecite hanno raggiunto nuovi massimi sia in numero che in valore. L’intelligenza artificiale viene utilizzata per creare siti Web falsi utilizzati per truffe di phishing che rubano password e informazioni sulle carte di credito, portando a trasferimenti non autorizzati. È difficile per le autorità identificare i criminali e reprimerli.

Chat GPT di OpenAI ha debuttato nel novembre 2022, inaugurando pienamente l‘era dell’intelligenza artificiale generativa. Sebbene la tecnologia abbia consentito agli utenti di svolgere il proprio lavoro in modo più efficiente, viene anche utilizzata per scopi nefasti.

L’intelligenza artificiale è già in grado di creare automaticamente email e siti web falsi. Un test condotto da Takashi Matsumoto, responsabile della sicurezza informatica presso la società Internet giapponese DeNA, in cui ha lasciato che l’intelligenza artificiale scrivesse un’e-mail aziendale in uno stile tipico utilizzato in Giappone, ha scoperto che non solo l’uso delle parole ma anche una pratica giapponese unica: è stato simulato l’invio automatico di una password per aprire i dati allegati.

Gli strumenti di intelligenza artificiale generativa stanno «contribuendo all’aumento del volume degli attacchi», ha affermato Mike Britton, responsabile della sicurezza informatica di Abnormal. «Questi strumenti rendono molto più semplice per i criminali informatici creare attacchi e-mail sofisticati e privi di errori su larga scala, eliminando gli errori di battitura e grammaticali che hanno caratterizzato gli attacchi in passato. L’intelligenza artificiale generativa nel suo complesso rende più semplice per gli aggressori creare tutti i tipi di attacchi minacce via e-mail.»

La nuova tecnologia sta inoltre migliorando notevolmente l'”efficienza” delle frodi. Un esperimento IBM ha rilevato che il 14% delle persone è stato ingannato da un’e-mail di phishing generata da esseri umani, mentre il tasso per le e-mail generate dall’intelligenza artificiale era dell’11%, il che significa che la scrittura inventata da esseri umani era più convincente. Ma ci sono volute 16 ore per scrivere l’e-mail creata dall’uomo, rispetto ai soli cinque minuti necessari all’intelligenza artificiale.

L’abuso dell’IA non si limita alle truffe. La società di ricerca israeliana ActiveFence ha trovato 68 immagini che ritiene siano state realizzate dall’intelligenza artificiale su un sito per pedofili nel Dark Web, nel periodo gennaio-marzo del 2023, quasi tre volte rispetto ai tre mesi precedenti. Sono in forte aumento anche i siti con immagini false, come quelle di celebrità nude.

Secondo la società di ricerca tedesca Statista, si prevede che il mercato globale dell’IA generativa crescerà fino a raggiungere i 207 miliardi di dollari nel 2030, quasi cinque volte rispetto al 2023.

Ma gli sforzi per prevenire l’abuso dell’intelligenza artificiale generativa sono iniziati solo ora. Il G7 e l’Unione Europea hanno successivamente concordato a dicembre di elaborare norme complete sull’IA, comprese quelle per prevenire la diffusione di informazioni false.

Gli sforzi multilaterali per garantire che l’intelligenza artificiale venga utilizzata in modo sicuro stanno diventando importanti e necessari se si vogliono sfruttare i vantaggi della nuova tecnologia. 

Lucia Giannini

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/