INDONESIA. Le FREMM italiane di Giacarta

764

L’Indonesia sta potenziando il programma per modernizzare la sua marina e costruire un deterrente più efficace per affrontare future incursioni di navi cinesi nella zona di esclusione economica, Eez, di 200 miglia lungo il suo confine marittimo settentrionale.

Il ministro del Coordinamento marittimo Luhut Panjaitan ha sottolineato la necessità di quelli che lui chiama combattenti di superficie “oceanici” per proteggere le risorse ittiche dall’intrusione dei cinesi e di altri pescherecci stranieri nel Mare di Natuna Nord. Ma l’incursione durata sette settimane da parte di una nave cinese e due cutter armati della guardia costiera vicino a una piattaforma di esplorazione del gas a 20 chilometri all’interno delle acque indonesiane l’anno scorso ha alzato la tensione, riporta AT.

Attualmente le due fregate indonesiane di classe Sigma, e le cinque fregate di classe Van Speijk, anno 1960, hanno una radio di azione limitato di 6.000-9.000 chilometri, poco più della maggior parte della flotta di 24 corvette della marina, 14 delle quali sono state acquistate dall’ex marina della Germania orientale nel 1993 e sono oramai prossime al disarmo.

Il ministro della Difesa Prabowo Subianto ha concluso un accordo per due fregate britanniche Arrowhead 140, che saranno costruite nel cantiere navale statale PT PAL di Surabaya, e ha anche firmato un contratto per sei nuove fregate multiruolo italiane Fremm e due fregate leggere aggiornate della marina italiana di classe Maestrale.

Prabowo, ex militare e antagonista elettorale di Joko Widodo ha impressionato per la sua padronanza delle questioni strategiche e la sua priorità di una marina e una forza aerea più forti. Il ministro sta anche considerando l’acquisto di due o tre squadriglie di Boeing F-15EX Eagle II e di jet da combattimento Dassault Rafale per aumentare una flotta di prima linea composta da tre squadriglie di Lockheed Martin F16 e 16 Sukhoi Su-27/30 russi acquistati durante un prolungato embargo sulle armi americano di 15 anni.

Per un simile ambizioso programma di modernizzazione, 125 miliardi di dollari nei prossimi 25 anni, l’Indonesia farà molto affidamento sui prestiti esteri: «Molti dei nostri sistemi di difesa stanno invecchiando, quindi sostituirli è urgente (…) in un ambiente in continuo cambiamento», ha detto Prabowo

Seppur c’è stata poca attività cinese negli ultimi due mesi nell’area di Natuna, più a nord la portaerei Uss Carl Vinson e la nave d’assalto anfibio Uss Essex hanno sollevato l’ira di Pechino ancora una volta, costeggiando le installazioni cinesi nelle isole Spratly.

Basata sullo scafo della fregata di classe Iver Huitfeld, progettata in Danimarca, e prodotta su licenza dall’appaltatore della difesa britannico Babcock International, la Arrowhead 140 da 5.100 tonnellate ha una portata di 17.000 chilometri e una velocità massima di 30 nodi.

Inoltre, Fincantieri ha annunciato che costruirà sei fregate Fremm per l’Indonesia per 4,5 miliardi di dollari, oltre a soddisfare più di 50 ordini per la stessa nave da Stati Uniti, Francia, Italia, Egitto e Marocco.

La variante della classe Bergamini da 6.000 tonnellate, entrata in servizio per la prima volta nel 2012, ha un raggio d’azione di 12.000 chilometri ed è dotata di un cannone principale da 127 mm e di missili antinave Otomat MK2 in grado di ingaggiare obiettivi a una distanza di 180 chilometri.

Secondo l’accordo, Fincantieri acquisirà e modernizzerà anche le due fregate di classe Maestrale da 3.000 tonnellate, che hanno una portata di 11.000 chilometri e sono progettate principalmente per la guerra antisommergibile.

Le nuove fregate sono destinate ad essere costruite nei cantieri navali Fincantieri, ma ci sono stati pochi progressi sull’affare negli ultimi sette mesi, con una mancanza di finanziamenti che sembra essere ancora un grosso ostacolo.

Antonio Albanese