MAR CINESE MERIDIONALE. Pechino non vuole che Giacarta trivelli sulle Natuna

204

La Cina ha ripetutamente detto all’Indonesia di fermare un progetto di sviluppo di petrolio e gas naturale nel Mar Cinese Meridionale, sostenendo la violazione delle sue acque territoriali.

Come riporta Nikkei, la perforazione esplorativa è iniziata a luglio vicino alle isole Natuna all’interno della zona economica esclusiva dell’Indonesia, che si sovrappone all’estesa rivendicazione territoriale cinese della “linea a nove linee” che copre gran parte del mare. Oltre alle proteste, la Cina ha inviato navi della guardia costiera nella zona per aumentare la pressione, hanno detto fonti governative indonesiane.

Giacarta, che sostiene che non esiste alcuna disputa territoriale con la Cina, non ha rivelato le proteste di Pechino. L’Indonesia apparentemente considera una risposta pubblica alle proteste come equivalente al riconoscimento dell’esistenza di una disputa. Le perforazioni sono state completate alla fine di novembre, ha detto il vice-ammiraglio Aan Kurnia, che dirige l’agenzia indonesiana per la sicurezza marittima, nota come Bakamla.

La Cina ha dispute territoriali in tutto il Mar Cinese Meridionale. Le Filippine, il Vietnam, la Malesia, il Brunei e Taiwan hanno tutti fatto delle rivendicazioni. Pechino ha intensificato l’attività vicino alle isole Natuna dal 2019, intensificando le tensioni con Jakarta.

Nel maggio 2020, l’Indonesia ha inviato alle Nazioni Unite una lettera in cui rifiuta le rivendicazioni storiche di Pechino sul Mare. La Cina, a sua volta, ha inviato una lettera alle Nazioni Unite in cui mantiene le rivendicazioni nel Mar Cinese Meridionale mentre cerca una soluzione attraverso i negoziati. L’Indonesia ha rifiutato di andare al tavolo delle trattative.

L’Indonesia cerca di rafforzare le difese dentro e intorno a Natuna, sospettando che la Cina stia esplorando opportunità per prendere il controllo effettivo delle isole. L’esercito indonesiano sta allungando la pista di una base aerea in modo che possano essere schierati altri aerei. È iniziata anche la costruzione di una base per sottomarini. I pescherecci locali partecipano a un sistema di allerta precoce per l’avvicinamento delle navi cinesi.

L’Indonesia e gli Stati Uniti stanno costruendo una struttura di addestramento comune per il personale della guardia costiera vicino a Natuna. Le due nazioni hanno tenuto la loro più grande esercitazione militare congiunta fino ad oggi questo agosto, coprendo tre località in Indonesia. Le esercitazioni hanno simulato le difese dell’isola.

Maddalena Ingrao