GIAPPONE. Si alza la tensione tra Giappone e Nord Corea

256

È in chiusura un anno difficile nelle relazioni tra Corea del Nord e Corea del Sud, ma anche con il Giappone. Solo il 19 dicembre la Corea del Nord ha lanciato due missili balistici verso il Mar del Giappone: «Hanno volato per 500 chilometri.»

L’esercito sudcoreano ha affermato che la Corea del Nord ha lanciato due missili balistici verso il mare al largo della costa orientale della penisola coreana, mentre il ministero della Difesa giapponese ha dichiarato che i missili hanno volato a un’altitudine di 550 km e hanno raggiunto una gittata di 250 km.

Il vice ministro della Difesa giapponese, Toshiro Inoue, ha detto che i due missili nordcoreani sembrano essere atterrati fuori dalla zona economica esclusiva del Giappone. Eno ha aggiunto che non si hanno ancora notizie sui danni che potrebbero essere stati causati dai due missili.

Il Joint Chiefs of Staff della Corea del Sud ha indicato che i due missili balistici lanciati in precedenza dalla Corea del Nord erano missili balistici a medio raggio che volavano per una distanza di circa 500 chilometri.

Il lancio dei due missili arriva pochi giorni dopo che la Corea del Nord ha testato un motore a propellente solido con una grande spinta, che secondo gli esperti avrebbe consentito un lancio più veloce e più mobile di missili balistici, come parte del suo tentativo di sviluppare una nuova arma strategica e accelerare la sua programmi nucleari e missilistici.

Mentre l’agenzia di stampa centrale coreana ufficiale ha riferito, venerdì scorso, che il test, supervisionato dal leader Kim Jong Un, si è svolto giovedì presso il sito di lancio del satellite Sohae, utilizzato per testare la tecnologia missilistica, compresi i motori e il lancio spaziale veicoli.

Quest’anno la Corea del Nord ha anche condotto un numero senza precedenti di test missilistici, incluso un missile balistico intercontinentale in grado di raggiungere la terraferma degli Stati Uniti, nonostante gli embarghi e le sanzioni internazionali.

Lo scorso novembre, la Corea del Nord ha testato un missile balistico intercontinentale che secondo i funzionari giapponesi aveva una portata sufficiente per raggiungere la terraferma degli Stati Uniti ed è atterrato a soli 200 chilometri dal Giappone.

Venerdì, il Giappone ha svelato un piano da 320 miliardi di dollari per rafforzare il proprio status militare, acquistare missili in grado di colpire la Cina e preparare il Giappone a un conflitto in corso. Questo accumulo militare è il più grande dalla seconda guerra mondiale.

Secondo il Ministero degli Esteri nordcoreano: il Giappone ha formalizzato la “capacità di attacco preventivo” con la sua nuova strategia, che cambierebbe radicalmente il contesto di sicurezza in Asia orientale e ha aggiunto che Giappone si renderà conto di aver preso una decisione molto pericolosa e sbagliata.

Nel frattempo si apprende che l’RPDC sta costruendo il suo primo satellite spia. Nel processo di sviluppo di un satellite di intelligence, la Corea del Nord ha condotto ieri un test. Questo è stato riferito dal CTAC.

Gli esperti nordcoreani hanno lanciato un veicolo spaziale di prova dal sito del poligono missilistico di Sohe. La navicella è stata equipaggiata con una serie di apparecchiature, tra cui videocamere e fotocamere, oltre ad attrezzature per la trasmissione di informazioni alla Terra, il centro di controllo. I test hanno confermato che il veicolo spaziale è in grado di svolgere tutti i suoi compiti. Durante il volo, l’apparecchiatura installata su di esso ha ottenuto immagini della superficie terrestre e del veicolo di lancio che ha portato la navicella nello spazio. Il rapporto sulla missione di prova è stato consegnato a un comitato speciale del Partito dei Lavoratori della Corea.

Al momento, il processo di sviluppo del satellite è nelle fasi finali. Secondo l’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap, il processo di costruzione del satellite spia sarà completato entro aprile del prossimo anno.

Luigi Medici

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/