Ciad: in crisi la produzione di zucchero

64

CIAD – N’Djamena. 07/06/14. Lo zuccherificio del Ciad ha annunciato il 5 maggio il licenziamento dei dipendenti per “motivi economici”, 1002, tra cui 129 dipendenti fissi e 873 stagionali durante la campagna per le missioni specifiche come la semina o il taglio di steli di canna da zucchero.

«A fronte di scarse vendite», fa sapere la Sugar Company del Ciad (CST) in un comunicato, «si preannuncia il licenziamento migliaia di dipendenti per “motivi economici”, che comprendono 129 dipendenti fissi e 873 stagionali assegnati a missioni specifiche, come la semina o steli di canna da zucchero». CST da mesi si trova ad affrontare il problema del crollo della produzione. Nell’hangar del Ciad sono conservari anche quantitativi di zucchero prodotti all’esterno. «Non possiamo continuare a sopportare il fardello quando noi non vendiamo nulla», ha detto Patrick Caillau, amministratore delegato di CSE a Jeune Afrique.