Il Brasile cancella il debito africano

59

BRASILE – Brasilia 28/5/13. Il governo brasiliano ha deciso di annullare o di ristrutturare il debito che 12 paesi africani avevano con il Paese. La cancellazione del debito fa parte di una strategia volta a rafforzare i legami brasiliani con il continente, che è considerato come un  importante partner commerciale.

Durante la visita ad Addis Abeba per il cinquantesimo anniversario dell’Unione africana, il presidente Dilma Rousseff, ha detto che la cancellazione del debito permetterebbe ai paesi africani di potenziare i legami economici con il Brasile.

Roussef ha poi detto che la remissione sarebbe un bene per i futuri accordi strategici con una delle economie a più rapida crescita al mondo.

Tra i 12 paesi i cui debiti sono stati cancellati ci sono il Congo-Brazzaville, il più alto livello di debito pari a 352 milioni di dollari e la Tanzania con prestiti per 237 milioni di dollari.

Il Brasile, ha aggiunto Roussef, continuerà a istituire agenzie per lo sviluppo in Africa per sostenere gli investimenti nel settore industriale.

Dilma Rousseff ha colto l’occasione della sua visita in Africa per incontrare i leader africani e firmare accordi di cooperazione in materia di agricoltura, istruzione, trasporto aereo e ricerca scientifica.