2016, una donna presidente del Perù

145

PERU’ – Lima. 28/5/13. Scoppia lo scandalo corruzione in Perù a finire nel vortice e sotto inchiesta Alejandro Toledo presidente del Perù fino al 2006. Stessa sorte per Alan Garcia ex presidente del Perù già sotto inchiesta per motivi di droga e terrorismo. Entrambi i politici hanno negato ogni addebito di reato, le indagini sono solo all’inizio ma rischiano di mettere in forse la loro candidatura per le presidenziali del 2016.

Toledo, come Garcia, hanno detto che le accuse sono infondate e fanno parte di un complotto per non farli candidare. Il tutto secondo i due ex leader del Perù per favorire le candidature della attuale first lady Nadine Heredia e Keiko Fujimori, parlamentare, figlia dell’ex presidente Alberto Fujimori.
Il Perù non ha mai avuto una donna come presidente della Repubblica. Heredia, la moglie carismatica del presidente Ollanta Humala, è molto amata dal popolo e andrebbe a sostituire il marito che per motivi costituzionali, non può più candidarsi, anche se lei ha dichiarato che non ha intenzione di correre alle presidenziali.
Nel frattempo gli inquirenti stanno interrogando le persone vicine ai due ex presidenti, Toledo ha dichiarato: «Potrei aver fatto degli errori ma non sono corrotto». «Le mie mani e le tasche non sono macchiate». Il partito di Toledo è un importante alleato di governo di Humala in Congresso ha detto che romperà l’alleanza se scopre che dietro le accuse vi è il governo peruviano in carica. Venerdì scorso, tre dei ministri di Humala hanno respinto le accuse contro di Toledo e Garcia.