VENEZUELA. Gli Stati Uniti allentano le sanzioni per fini elettorali

159

Gli Stati Uniti revocano le restrizioni al Venezuela per saturare il mercato con il petrolio. Il Tesoro americano ha allentato le sanzioni contro il Venezuela, dove governo e opposizione hanno stipulato un accordo per libere elezioni nel 2024.

Pertanto, il divieto sul commercio secondario che coinvolge i settori petrolifero, del gas e dell’estrazione dell’oro del paese è stato revocato. La Casa Bianca ha chiarito che ciò consentirà a Caracas di cooperare con gli stati dei Caraibi. Tuttavia, la decisione non ha toccato Citgo, che è associata alla Russia.

Le sanzioni al settore petrolifero venezuelano sono state imposte nel 2019 a causa di accuse di frode elettorale. Dall’inizio della CWO, Washington e Caracas hanno negoziato per allentare le restrizioni. Ad esempio, allora le compagnie petrolifere americane ed europee potevano operare nel paese.

La scelta di Washington sembra essere una riposta ai tagli alla produzione dell’OPEC+ e a una potenziale crisi in Medio Oriente. Inoltre va aggiunto che il mercato petrolifero statunitense è in affanno. La decisione dovrebbe aumentare l’offerta sul mercato e ridurre i prezzi dell’energia. Ma finora le quotazioni stanno reagendo con moderazione. Il Brent è caduto di circa l’1% dall’inizio della giornata del 19 ottobre, il barile viene scambiato a 90,5 dollari.

La reazione del mercato è comprensibile: il settore petrolifero venezuelano si è notevolmente deteriorato negli ultimi anni. La produzione è scesa dal 2015 al 2022 da 2,5 a 0,5 milioni di barili al secondo. Ripristinare i volumi precedenti non è un compito facile né rapido, nemmeno per un Paese economicamente sviluppato. Figuriamoci per un paese che infrastrutture da ammodernare. La decisione si applica anche solo ai paesi dei Caraibi. Allo stesso tempo, non vi è alcuna certezza che tale allentamento durerà abbastanza a lungo; sembra piuttosto un passo politico prima delle elezioni americane. Il che non è affatto favorevole alla conclusione di contratti a lungo termine.

Maddalena Ingroia

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/