COREA DEL SUD. Seul vuole avere armi nucleari, se Pyongyang continua ad averle

149

Il capo del principale partito di opposizione sudcoreano, People Power Party, Ppp, ha detto il 24 novembre che la Corea del Sud potrebbe aver bisogno di considerare di armarsi con armi nucleari se la Corea del Nord finirà per tenere le sue armi nucleari. «Se il Nord terrà le sue armi nucleari fino alla fine senza rinunciarvi, credo che ci sia la necessità di riconsiderare l’armamento nucleare», ha detto Kim Chong-in, capo ad interim del Ppp, durante una conferenza stampa organizzata dal Foreign Correspondents’ Club di Seoul.

I commenti sono stati fatti mentre Kim Chong-in esponeva i potenziali mezzi per affrontare le minacce nucleari dal Nord – o ricevendo protezione sotto l’ombrello nucleare statunitense o permettendo lo stazionamento di armi nucleari americane nella penisola coreana. Kim ha detto che potrebbe essere necessario prendere in considerazione l’armamento nucleare se tali mezzi per affrontare le minacce nucleari del Nord sono “impossibili”.

«Non possiamo non considerare come trattare con la Corea del Nord finché il Nord non collabora con la comunità internazionale e mantiene le sue armi nucleari», ha detto il capo ad interim del Ppp.

Kim ha anche detto che non si aspettava che le attuali politiche nordcoreane di Seoul fossero sostenute dopo il lancio della nuova amministrazione statunitense sotto il presidente eletto Joe Biden: «Anche se l’amministrazione sotto la guida di Joe Biden iniziasse i negoziati di denuclearizzazione con la Corea del Nord, non mi aspetto di vedere molti progressi, considerando l’atteggiamento del Nord fino ad ora», ha detto Kim.

Durante la Guerra Fredda, gli Stati Uniti hanno schierato centinaia di armi nucleari in Corea del Sud. A volte, i primi governi sudcoreani hanno discusso di e persino avviato loro programmi di armi nucleari. La Guerra Fredda è finita, e il Pentagono ha rimosso tutte le armi nucleari statunitensi dalla Corea del Sud due decenni fa. Ma l’impegno degli Usa a difendere il Paese con armi nucleari, se necessario, è ancora considerato essenziale per evitare che i sudcoreani perdano fiducia nella volontà o nella capacità di difesa del loro alleato Usa.

Antonio Albanese