TAIWAN. È ripartita la Naja. Sotto le armi il primo scaglione

53

Il primo gruppo di nuove reclute ha iniziato giovedì scorso a prestare servizio con le nuove regole relative al servizio militare obbligatorio a Taiwan, dopo che il periodo di coscrizione era stato esteso da quattro mesi a un anno a causa delle preoccupazioni del governo sulla crescente minaccia militare della Cina. La presidente Tsai Ing-wen aveva annunciato la proroga alla fine del 2022.

La Cina ha intensificato la pressione militare, diplomatica ed economica su Taiwan per affermare le sue rivendicazioni di sovranità, comprese le missioni quasi quotidiane dell’aeronautica cinese vicino all’isola negli ultimi quattro anni, riporta Reuters.

Al centro di reclutamento a Taichung, nel centro di Taiwan, un gruppo di giovani si è presentato, mentre i cani controllavano le loro borse alla ricerca di droga e i barbieri gli rasavano la testa prima di indossare l’uniforme militare.

L’esercito di Taiwan ha dichiarato in un comunicato che prevede che un totale di 670 coscritti si uniranno al primo scaglione nell’ambito del programma recentemente esteso.

Tsai aveva descritto il precedente sistema militare, compresa l’addestramento dei riservisti, come inefficiente e insufficiente per far fronte alla crescente minaccia militare della Cina, soprattutto se Pechino avesse lanciato un rapido attacco sull’isola.

I coscritti saranno sottoposti a un addestramento più intenso, compresi esercizi di tiro, istruzioni di combattimento utilizzate dalle forze statunitensi e utilizzo di armi più potenti tra cui missili antiaerei Stinger e missili anticarro, secondo i piani precedentemente annunciati.

Gli Stati Uniti, il più importante sostenitore internazionale e venditore di armi di Taiwan, nonostante la mancanza di legami diplomatici formali, hanno accolto con favore la riforma della coscrizione come parte degli sforzi di Taiwan per aumentare la propria capacità di difendersi.

Tuttavia, il periodo di servizio a Taiwan è ancora più breve dei 18 mesi previsti in Corea del Sud, che deve affrontare la minaccia della Corea del Nord, dotata di armi nucleari.

Dopo che Taiwan ha annunciato l’estensione nel 2022, la Cina ha criticato Taiwan per aver cercato di utilizzare il popolo taiwanese come “carne da cannone”.

Tommaso Dal Passo

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/