Motodays, edizione 2013 al via

52

ITALIA – Roma. Dal 7 al 10 marzo, la Fiera di Roma vedrà allestito per la quinta volta un vero e proprio salone per moto e scooter dedicato alla zona centro meridionale della penisola. Negli scorsi anni si sono registrate all’evento più di 128 mila presenze, per 55 mila mq di esposizione, suddivisi in 6 padiglioni, con circa 400 aziende ed un’area esterna dedicata alle prove dei motoveicoli ed alle esibizioni.

 

L’edizione 2013, continuerà a puntare sull’interattività con i visitatori, con test-ride ed eventi destinati ad un pubblico giovane e dinamico. Saranno ovviamente presenti gli stand delle maggiori case costruttrici di veicoli a due ruote, di accessori, abbigliamento e caschi.

 

Anche quest’anno, per la seconda volta, sarà possibile trovare “Il Villaggio dell’alternativa”, un’area dedicata ai motoveicoli a impatto zero, con stand di produttori di mezzi e ricambi elettrici, forniti di un percorso dove far testare mezzi a due ruote a propulsione ecologica.

La rivista Mototurismo, in collaborazione con Motodays, ha da parte sua rinnovato una delle iniziative di maggior interesse delle edizioni passate: “Days on the Road”. Gli appassionati di turismo su due ruote, avranno infatti un’area dedicata, dove ricevere informazioni sulle principali destinazioni di uscita, toccando con mano le novità in materia di accessori e abbigliamento; con la possibilità di collegarsi e interagire in diretta con viaggiatori attualmente impegnati in spedizioni in moto nel mondo.

Un intero padiglione sarà predisposto da Kromature, spazio riservato alle moto custom e ai chopper; affiancati da café racer, moto tradizionalmente inglesi, ricche di fascino e che ampia inventiva continuano a lasciare al settore aftermarket.

Le moto d’epoca saranno proposte nella sezione Motodays Vintage, padiglione allestito in collaborazione con Yesterbike, con la partecipazione di motoclub ed una mostra mercato prevista per le giornate di sabato e domenica, con vendita di ricambi e accessori ormai fuori dai normali circuiti commerciali.

Vere protagoniste della fiera, saranno le aree esterne. Al di la della bellezza estetica, un motoveicolo è infatti un mezzo dinamico, che richiede di essere provato; dai più esperti per essere apprezzato e dai neofiti per avvicinarsi, attraverso prove e corsi ad hoc, alla guida di moto o scooter. La sezione prove sarà suddivisa su tre diversi livelli: il primo consiste in uno spazio esterno con transenne e birilli, dedicato alla pratica basilare; il secondo, rappresentato da un’area pista da circa 900metri, dove testare moto stradali e off road; mentre, l’ultimo, consisterà nell’open door, ossia in giri completi di circa 40 minuti, nei quali uscire dalla fiera affrontando percorsi extraurbani che facciano conoscere veramente il mezzo a propria disposizione.
A contorno dei padiglioni espositivi, non mancherà una sezione dedicata allo spettacolo e all’intrattenimento, con esibizioni fuoristrada che acrobazie stunt.