Osint che passione!

37

ITALIA  – Roma. Si è regolarmente svolto il corso Osint presso la nostra sede di Roma. La prima classe a numero chiuso formata da 5 elementi si è avvicinata alla ricerca di notizie e dati attraverso le fonti aperte della Rete.

 

Dopo una serie di informazioni sulla natura della ricerca su fonti aperte e sull’importanza del ruolo del ricercatore con il proprio bagaglio di esperienze, le otto ore del corso hanno visto i partecipanti cimentarsi nella risoluzione di case study la cui verosimiglianza a ricerche reali è stata da tutti apprezzata. Nomi, luoghi oggetti, eventi diversi sono stati esaminati passandoli attraverso la lente d’ingrandimento dell’analista per poi preparare un elaborato di diversa lunghezza a seconda dei casi e delle richieste utile per l’ipotetico cliente finale che aveva commissionato la richiesta stessa. 

Ricordiamo che grazie alla diffusione delle Rete, allo spopolare dei social network e degli smartphone, che permettono ad ognuno di essere in “contatto” con la comunità virtuale, il Word Wide Web è divenuto uno dei principali (se non il principale) mezzi di comunicazione capace di sostituire la stampa classica e le trasmissioni televisive perché permette ad ogni suo utilizzatore la condivisione di informazioni e dati.

 L’Osint sfrutta proprio questo canale per poter ottenere le informazioni necessarie (anche in aree remote) per stilare un’analisi ed un rapporto capaci di rispondere alle richieste e alle esigenze in tempi brevi e con un minimo dispendio economico. Quindi, la capacità di selezione ed utilizzo dei canali e delle fonti aperte adeguate, la possibilità di sviluppare skill analitici si stanno imponendo come elementi necessari per coloro che vogliano intraprendere una professione che preveda l’utilizzo di diversi tipi di informazioni.

Sono state già lanciate le date dei prossimi corsi: la ripetizione di quello base (23 marzo); il corso busint (business intelligence, 13 aprile) e quello di analisi del fenomeno terroristico internazionale, quanto mai ideale strumento per chi voglia approfondire per studio o per motivi personali la materia (20 aprile).

Tutti i dettagli sono reperibili cliccando qui