MAROCCO. Investimento olandese nell’idrogeno verde

172

Frutto della partnership tra il fondo di investimento olandese Invest International e la società di ingegneria Proton Ventures, vedrà la luce a Jorf Lasfar, in Marocco, un nuovo impianto per la produzione di idrogeno verde e ammoniaca.

Il fondo di investimento olandese Invest International ha recentemente concesso un prestito, garantito dallo specialista di assicurazioni crediti Atradius, per la costruzione di un impianto di produzione di idrogeno verde e ammoniaca a Jorf Lasfar, indica un articolo del Global Trade Review (GTR).

L’impianto sarà costruito da Proton Ventures, una società di ingegneria, approvvigionamento e costruzioni con sede a Rotterdam specializzata nella produzione di ammoniaca da fonti di energia verde.

L’accordo in questione è stato firmato il 19 luglio e il prestito sarà utilizzato per sostenere il fabbisogno di capitale circolante di Proton Ventures.

«Siamo lieti di finanziare questo prestito che mira a promuovere la crescita economica del Marocco, rendendo il Paese un hub continentale per la futura produzione di idrogeno verde», ha dichiarato Joost Oorthuizen, amministratore delegato di Invest International.

«Poiché l’Europa avrebbe bisogno di importare energia dall’estero in futuro, il Marocco è un luogo ideale per la produzione di idrogeno su larga scala dove c’è molto vento, sole e terra, che non abbiamo nel nord Europa», spiega l’amministratore delegato.

Una volta completato, il nuovo impianto dovrebbe produrre quattro tonnellate di ammoniaca verde al giorno. L’impianto sarà dotato di due elettrolizzatori con una capacità di 2 MW ciascuno, alimentati da energia solare ed eolica per garantire la produzione di idrogeno verde.

Da parte sua, l’amministratore delegato di Proton Ventures, Paul Baan, afferma che questa installazione faciliterà «ulteriori espansioni in Marocco e all’estero» con l’accelerazione della transizione energetica.

Il Marocco ha avviato un ambizioso programma nazionale e sviluppato una consolidata partnership internazionale per la produzione di idrogeno da fonti pulite.

Secondo l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA), il Marocco è considerato, da diversi anni, uno dei pionieri nel campo delle energie ed è nell’elenco dei paesi potenzialmente destinati a diventare tra i maggiori produttori di idrogeno verde e che conta di intercettare il 4 per cento della domanda globale.

Anche secondo la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) il paese nord africano è uno dei paesi meglio posizionati nella rivoluzione dell’idrogeno verde, grazie alle sue abbondanti risorse solari ed eoliche.

La prossimità geografica con il continente europeo, gli impianti di produzione rinnovabile già presenti nel territorio del Paese e i bassi costi di produzione dell’elettricità rendono il Marocco un ideale candidato alla produzione di idrogeno verde anche al fine dell’esportazione in Europa e quindi alla creazione di un sistema energetico integrato fra le due sponde del Mediterraneo. Germania, Stati Uniti, Spagna, Portogallo, Olanda, Gran Britagna sono alcuni dei paesi che hanno deciso di investire in Marocco.

Redazione