Tashkent smentisce sul nucleare

57

UZBEKISTAN – Tashkent. 05/08/14. L’agenzia di stampa Trend ha dato notizia che l’Uzbekistan non ha intenzione di costruire una centrale nucleare (NPP) sul proprio territorio.

La smentita arriva dopo alcune notizie circolate sulla stampa estera secondo cui la repubblica Centroasiatica aveva intenzione di aprire una centrale nucleare per incentivare lo sviluppo industriale, quindi ai fini della produzione energetica. La smentita è stata divulgata attraverso un comunicato stampa pubblicato sul sito web dello Stato Joint Stock Company (CSM) “Uzbekenergo”: «In futuro, l’azienda nell’ambito del programma di sviluppo industriale dell’Uzbekistan e nei programmi di investimenti annui non ha messo a bilancio la costruzione di centrali nucleari» si legge nel comunicato. Il rapporto afferma che in Uzbekistan sono stati attuati al momento 28 grandi progetti di investimento per creare nuove centrali, ma anche per l’ammodernamento e la ricostruzione di strutture esistenti. In conformità con il decreto del presidente Islam Karimov “Sulle priorità di sviluppo industriale dell’Uzbekistan nel 2011-2015”, proprio prima del 2015 nel paese si prevede l’attuazione di 48 progetti di investimento, di cui 15 progetti per la modernizzazione e lo sviluppo di impianti termoelettrici (TPP) con ingresso capacità operativa per l’importo di 2.329 megawatt e nove progetti idroelettrici con capacità di aumentare l’importo di 63,8 megawatt.

In particolare, una serie di impianti esistenti – Tashkent, Tolimarjon, Navoi (TPP) e Tashkent Combined Heat and Power (CHP) – che hanno in previsione la costruzione di turbine a gas a ciclo combinato e di una capacità totale installata di 1.775 megawatt.

L’Uzbekistan inoltre vuole intensificare il lavoro per promuovere l’utilizzo di fonti energetiche alternative, in particolare l’energia solare ed eolica.

Secondo il Comitato di Stato per la Geologia e per le risorse minerarie dell’Uzbekistan, le riserve stimate di uranio nel paese ammontano a185.800 tonnellate. L’Uzbekistan non è un consumatore di prodotti di uranio, e tutto l’uranio prodotta viene esportato.

Attualmente, ci sono 45 centrali elettriche con una capacità totale installata di circa 13.000 megawatt. Fino al 90 per cento di tutta l’elettricità prodotta nel paese viene fornita da 10 centrali termiche con una capacità totale installata di 11,6 milioni di kilowatt.

Nel 2013, la produzione di energia elettrica nel paese è aumentato del 3,2 per cento rispetto allo stesso periodo del 2012 – fino a 54,207 miliardi di kilowatt / ore.