ECUADOR. Si diffonde una nuova variante di COVID 19 

37
Screenshot

Le autorità sanitarie ecuadoriane hanno riferito che la nuova variante FLiRT (KP.2) del Covid-19 ha raggiunto il paese dopo che due persone, un uomo di 24 anni e una donna di 42 anni, sono risultate positive nella provincia di Cotopaxi. Entrambi i pazienti erano vaccinati, ha osservato anche il Ministero della Sanità. Gli esperti locali hanno ricordato che, sebbene non letale, FLiRT è altamente contagioso, e quindi hanno insistito sull’importanza dell’igiene personale.

FLiRT può causare febbre, dolori muscolari, mal di testa, brividi, problemi respiratori, perdita dell’olfatto o del gusto e sintomi gastrointestinali, ha avvertito anche il Ministero della Salute dell’Ecuador. Lo scorso giugno, la Federazione Medica dell’Ecuador ha espresso preoccupazione per l’aumento delle malattie respiratorie come l’influenza, il Covid-19 e il virus respiratorio sinciziale. Secondo la corporazione, nelle consultazioni private dello scorso aprile, due persone su 10 sono risultate positive per malattie respiratorie, cifra che sale a cinque su 10 infette da un virus respiratorio in questo periodo dell’anno, riporta MercoPress.

Nel frattempo, negli Stati Uniti, le autorità hanno affermato che il sottotipo KP.3 rimane la versione dominante con il 36,9% dei casi secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), seguito da KP.2 con il 24,4%. Inoltre, la nuova variante LB.1 rappresentava il 14,5% dei casi mentre la JN.1, un tempo terrificante, rappresentava solo l’1% delle infezioni. KP.2 e KP.3 sono sottotipi di JN.1, tutti derivanti da Omicron.

“Si prevede che il KP.3 continuerà ad aumentare in proporzione alle varianti che causano il COVID-19”, ha affermato il CDC. Il CDC ha inoltre affermato che le infezioni da Covid-19 sono in crescita in 39 stati e stabili o incerte in altri 10.

Si ritiene che questa variante sia anche all’origine del picco di infezioni registrato in Spagna nelle ultime settimane, poiché il tasso di incidenza della malattia è salito durante la settimana dal 17 al 23 giugno a 151 casi ogni 100.000 abitanti, rispetto ai 136,9 casi della settimana precedente, secondo al Centro nazionale di epidemiologia.

Gli esperti temono anche un aumento dei contagi durante i Giochi Olimpici di Parigi che inizieranno a fine mese.

Rapporti provenienti da El Salvador affermano che il Covid-19 stava facendo scalpore poiché le persone e gli operatori sanitari erano più concentrati sulla dengue. Alcune persone con comorbilità hanno richiesto il ricovero ospedaliero. È stato riscontrato che la maggior parte dei pazienti aveva anche una storia di viaggio recente.

Lucia Giannini

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/