CINA. Xi cambia i vertici militari per invadere Taiwan

225

Il presidente cinese Xi Jinping dovrebbe cambiare i vertici militari durante il congresso del Partito Comunista del mese prossimo, con fedelissimi allineati al suo obiettivo di unificare Taiwan e la terraferma.

Xi ricopre contemporaneamente la carica di segretario generale del Partito comunista e di presidente della Commissione militare centrale, il massimo organo decisionale delle forze armate. Quattro dei sette membri della commissione andranno in pensione in occasione del congresso che si terrà due volte al decennio a metà ottobre, riporta Nikkei.

L’attenzione si concentra sul modo in cui Xi, che è quasi certo di ricevere un terzo mandato come leader della Cina, in occasione dell’evento, riempirà i posti vacanti nella commissione militare, data la sua postura belligerante nei confronti degli Stati Uniti e di Taiwan.

Miao Hua, uno dei membri della commissione, è considerato il candidato principale per sostituire Xu Qiliang, uno dei due vicepresidenti. Miao conosce Xi da tre decenni, da quando quest’ultimo prestava servizio nella provincia del Fujian.

Nel 2015 Xi ha iniziato a ristrutturare l’esercito cinese, incentrato sulle forze di terra, in un’organizzazione moderna e mobile in cui tutte le branche combattono come un’unica entità. Nel tentativo di rompere i gruppi di potere tra le diverse armi, Miao, ufficiale dell’esercito, è stato nominato a un posto di alto livello all’interno della marina.

Un candidato alla promozione nella commissione è Li Qiaoming, ex capo del Comando del Teatro Nord dell’Esercito Popolare di Liberazione. Sembra che Li abbia attirato l’attenzione di Xi scrivendo un articolo che ha colpito il leader, il quale ha cercato di rafforzare la presa del partito sulle forze armate. Pur essendo l’esercito cinese, il Pla fa parte del Partito Comunista.

Liu Zhenli, da tempo protetto di Xi, comanda le forze di terra del Pla. Il curriculum di Liu include un lungo periodo di supervisione dell’unità che proteggeva Pechino, un contingente formato dai combattenti meglio addestrati dell’esercito. È tra i primi 200 funzionari del Partito Comunista, come Li. Questo fa sì che Liu sia in corsa per un posto di vicepresidente della commissione militare.

Durante il congresso, Xi dovrebbe ribadire la sua visione dell’unificazione di Taiwan. Ma molti ufficiali dell’esercito sono riluttanti a raggiungere questo obiettivo con la forza. La promozione di Miao, Li e Liu potrebbe spianare la strada al presidente per prendere tali decisioni su Taiwan.

Le speculazioni suggeriscono anche che Xi promuoverà Zhang Shengmin, un membro della Commissione militare centrale che ha guidato le retate anticorruzione nel PLA, a vicepresidente. Questa mossa metterebbe in guardia altri alti ufficiali militari.

Nell’ultimo congresso del partito del 2017, Xi ha ridotto a sette da 11 i seggi della Commissione militare centrale.

Tommaso Dal Passo