CINA. Il Partito vuole “nuove forze produttive” per battere gli USA

71

Si prevede che la Cina promuoverà il suo piano per ottenere “nuove forze produttive” per il 2024 nelle prossime “Due Sessioni”, che inizieranno all’inizio di marzo.

Le Due Sessioni, cioè le riunioni annuali del Congresso nazionale del popolo e della Conferenza consultiva politica nazionale del popolo, prenderanno il via rispettivamente il 4 e 5 marzo riporta AT.

Alcuni economisti cinesi si aspettano che il governo centrale stabilisca nuovamente l’obiettivo del prodotto interno lordo intorno al 5% per il 2024 durante le Due Sessioni. Ma stando ai dati Reuters, la crescita economica stimata della Cina potrebbe rallentare al 4,6% quest’anno e al 4,5% nel 2025, dato che il paese sta ancora soffrendo per la crisi immobiliare e del debito locale.

A settembre 2023, il segretario generale del Partito comunista cinese, Xi Jinping, ha sollevato per la prima volta l’idea di costruire “nuove forze produttive”. Xinhua ha affermato che l’espressione “nuove forze produttive” si riferisce al piano della Cina di sfruttare la scienza e l’innovazione tecnologica per generare nuove industrie e accelerare lo sviluppo economico del Paese.

«Nuove forze produttive significano produttività avanzata, libera dalle tradizionali modalità di crescita economica e dai percorsi di sviluppo della produttività, caratterizzata da alta tecnologia, alta efficienza e alta qualità e in linea con la nuova filosofia di sviluppo», ha affermato Xi in una sessione del Politburo del Comitato Centrale del Partito il 1° febbraio.

Ha affermato che le innovazioni scientifiche e tecnologiche dovrebbero essere applicate a settori e catene industriali specifici in modo tempestivo. Secondo lui, dovrebbero essere compiuti sforzi per trasformare e aggiornare le industrie tradizionali, promuovere le industrie emergenti, prendere accordi per le industrie future e migliorare il moderno sistema industriale.

Sul sito web del governo, il 6 febbraio, viene spiegato il concetto: l’unico modo per ottenere nuove forze produttive è utilizzare lo sforzo dell’intera nazione cinese per fare passi avanti nelle tecnologie di base. Dovrebbero essere fatti maggiori investimenti nelle tecnologie avanzate per aggiornare i settori del paese che producono parti fondamentali, materiali e software, semiconduttori di fascia alta e software industriale, in particolare le industrie che si trovano ad affrontare le sanzioni dei paesi stranieri.

La Cina dovrebbe coltivare le proprie aziende tecnologiche e istituti di ricerca impegnati nel lavoro sull’intelligenza artificiale, sulla prossima iterazione di Interne, il “metaverso”, e sulla realizzazione di robot umanoidi e interfacce cervello-computer; utilizzare l’intelligenza artificiale, l’Internet delle cose e i big data per aumentare la competitività dei suoi settori manifatturieri avanzati.

Secondo il Partito, la Cina ha avuto questa nuova idea di fatto dopo il tentativo di disaccoppiamento economico e scientifico tentato dagli USA.

Lo scorso agosto, gli Stati Uniti hanno rifiutato di prorogare di altri cinque anni un accordo scientifico e tecnologico con la Cina, vecchio di 45 anni, prolungandolo solo di sei mesi. Negli ultimi anni gli Stati Uniti e i loro alleati hanno anche incoraggiato le loro aziende a diversificare i loro nuovi investimenti in paesi diversi dalla Cina.

Secondo gli ultimi dati diffusi dalla State Administration of Foreign Exchange, le passività per investimenti diretti della Cina, un indicatore degli investimenti esteri in entrata, sono aumentate di 33 miliardi di dollari lo scorso anno. Il guadagno è stato dell’82% in meno rispetto al livello del 2022, ed è stato il più basso dal 1993.

L’anno scorso, il Pil cinese è cresciuto del 5,2% su base annua, superando l’obiettivo del 5%, quest’anno l’economia cinese sarà in grado di raggiungere una crescita del 5%, dato che il governo centrale continuerà a stimolare i consumi interni, aggiornare la catena di approvvigionamento e coltivare nuove imprese.​ 

Luigi Medici 

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/