Tre grandi imprese a FEZ Danghara

90

TAJIKISTAN – Dushanbe. 26/04/15. Tre grandi imprese saranno costruite nella zona economica speciale di FEZ Danghara (Lohour Jamoat) a Khatlon non lontano dalla casa del presidente tagiko Emomali Rahmon. A darne notizia la testata Asia Plus.

 

Secondo il sito ufficiale del presidente tagiko, lo stesso Emomali Rahmon ha partecipato alla cerimonia della prima pietra per tre grandi imprese industriali. Le prime tre imprese importanti della zona sono: un cementificio, un’azienda per la lavorazione del vetro e un’azienda produttrice di piastrelle in ceramica. Per un costo totale che supererà 1,6 miliardi di somoni. A investire saranno imprenditori tajiki e imprenditori cinesi. Nella stessa zona industriale è in costruzione una raffineria di petrolio. Il Presidente Emomali Rahmon e l’ambasciatore cinese in Tajikistan Fan Xianrong hanno partecipato a una cerimonia inaugurale per la costruzione della raffineria tagiko-cinese il 23 marzo 2014. L’impresa avrà una capacità di raffinazione di 1,2 milioni di tonnellate all’anno dovrebbe entrare in funzione alla fine del 2015.
Nei primi anni 2000, gli investimenti diretti esteri sono rimasti bassi a causa dell’instabilità politica ed economica, il sistema finanziario nazionale povero, e l’isolamento geografico del Tagikistan. Per attirare gli investimenti stranieri e la tecnologia, il Tagikistan ha offerto di istituire zone franche in cui le imprese ricevono vantaggi su imposte, tasse, e costumi. Nel 2004, il parlamento ha approvato una legge sulle zone economiche libere. Le zone offrono sgravi doganali e incentivi fiscali a investitori qualificati che investono almeno 500.000 dollari e di importazione almeno il 90% della tecnologia e le attrezzature. FEZ Danghara è stata fondata nel 2009.