RUSSIA: Lukoil abbandona Saudi Aramco

52

Il gigante russo dell’energia Lukoil abbandonerà entro la fine dell’anno un importante progetto di esplorazione del gas con la compagnia petrolifera statale saudita, ha confermato il suo Ceo, Vagit Alekperov.

Secondo The Moscow Times, Lukoil ha detto che Aramco e il governo dell’Arabia Saudita non sono stati in grado di rendere il progetto “economicamente fattibile” e la società russa ha già iniziato a trasferire la sua partecipazione nella società di esplorazione ai sauditi.

La joint venture tra Lukoil e Saudi Aramco è stata fondata nel 2004, con Lukoil che detiene l’80% della società. Alla fine degli anni 2000 la joint venture ha fatto una serie di scoperte significative di gas in Arabia Saudita, ma i disaccordi sui prezzi, insieme alle fluttuazioni dei prezzi dell’energia, hanno portato a ripetuti ritardi nella produzione.

Alekperov ha detto che, nonostante la battuta d’arresto in Arabia Saudita, le due aziende stanno ancora progettando di cooperare attraverso joint venture per l’esplorazione in Africa e Uzbekistan.

«Tradizionalmente abbiamo avuto rapporti amichevoli con l’Arabia Saudita. Abbiamo avuto un grande progetto di esplorazione lì, abbiamo scoperto un campo lì. Sfortunatamente, questo è un campo complesso, ultra-profondo. Saudi Aramco, e il governo dell’Arabia Saudita non sono stato in grado di creare le condizioni in modo che fosse economicamente fattibile per lo sviluppo (…) Attualmente stiamo trasferimento l’intero progetto sotto la responsabilità del Regno. Spero che sarà completato entro la fine dell’anno», ha aggiunto Alekperov, ripreso da Interfax.

Alekperov ha aggiunto che la società sta discutendo della cooperazione con l’Arabia Saudita in paesi terzi: «Non stiamo ancora discutendo della partecipazione congiunta in Uzbekistan. Ma stiamo costantemente esplorando opportunità congiunte. Anche in paesi terzi, lavorando insieme nel continente africano. Ma questo è ancora oggetto di studio e negoziati», ha affermato.

Secondo lui, durante il forum Russia-Africa, la società prevede di firmare diversi documenti relativi a progetti africani. Alekperov ha dichiarato che Lukoil è in attesa dell’approvazione del progetto di sviluppo del giacimento offshore di Pekan da parte del governo del Ghana entro la fine dell’anno; sta proseguendo i negoziati su un’opzione nel blocco 132 in Nigeria.

Inoltre, ha affermato che la compagnia ha il desiderio, insieme a Eni, di espandere la propria presenza in Congo.

Graziella Giangiulio