Lagos batte Città del Capo

91

NIGERIA – Lagos 06/04/2014. Secondo l’Ufficio nazionale di statistica, la Nigeria potrebbe diventare la più grande economia del continente africano e scavalcare il Sud Africa, basandosi sui dati del Pil ricalcolati secondo un nuovo metodo.

L’Ufficio nazionale di statistica ha infatti spiegato che queste cifre portano la nazione più popolosa del continente al primo posto nell’economia del continente nero, riporta Afrik.com.
Se l’Ufficio statistica delle Nazioni Unite raccomanda che i paesi cambino ogni cinque anni il calcolo del loro prodotto interno lordo per tener conto dei cambiamenti della produzione e del consumo, la Nigeria non aveva cambiato il suo metodo di calcolo dal 1990. I nuovi dati tengono conto della nascita e del rapido sviluppo di nuovi settori industriali, tra cui telecomunicazioni e cinematografia: in Nigeria fiorisce “Nollywood”.
Negli ultimi anni, la Nigeria ha conosciuto una crescita economica fulminea. Il più grande produttore ed esportatore di petrolio africano, il paese ha registrato forti tassi di crescita negli ultimi anni, diventando sempre più attraente per gli investimenti da parte delle imprese straniere. Il tasso di crescita è stato in media del 6,8% tra il 2005 e il 2013, mentre per il 2014 la previsione è del 7,4%, secondo i dati del Fondo Monetario Internazionale (Fmi). Da parte sua, il Sud Africa ha registrato un tasso di crescita di poco più del 5% tra il 2005 e il biennio 2008-9, e difficilmente supererà il 3,5%, nel 2014.
Tuttavia, per gli analisti le cifre dello sviluppo non tengono pienamente conto lo sviluppo del paese. Il Pil pro capite è nettamente superiore in Sud Africa e il governo nigeriano ha ammesso che la disoccupazione è rimasta una questione chiave, così come la distribuzione della ricchezza. Alla popolazione non arrivano ancora i benefici di una simile crescita economica. La maggior parte dei nigeriani, stimati a 180 milioni, vivono con meno di due dollari al giorno.
A questo va aggiunto il problema della sicurezza: gli attacchi di Boko Haram nel nord. Dal 2009, Boko Haram ha ucciso 5.000 persone secondo le organizzazioni di difesa dei diritti umani.