Mercosur – Ue: Paraguay a guida dei sudamericani

66

URUGUAY – Montevideo 27/10/2013. Il Paraguay rappresenterà il Mercosur, all’incontro con l’Ue di dicembre 2013, relativo all’accordo di libero scambio tra i due enti. A dare la notizia il presidente uruguaiano José Mujica il 25 ottobre a seguito di colloqui privati​con il suo omologo del Paraguay Horacio Cartes, in visita nel paese.

«I ministri degli Esteri hanno deciso che il Paraguay rappresenterà il Mercosur nei negoziati con l’Europa», ha detto Mujica in una conferenza stampa congiunta con Cartes.

Mercosur e Unione europea stanno negoziando un accordo di cooperazione commerciale dal 1999; un iter che ha subito lunghe interruzioni e che è stato ripreso nel 2010. Le differenze permangono perché il Mercosur vuole un maggiore accesso nel settore dell’agricoltura Ue così come nel settore dei beni e servizi industriali.

Il Paraguay, sospeso dal Mercosur tra il giugno e il luglio 2012 causa la rimozione dell’allora presidente e ora senatore Fernando Lugo, deve ancora formalizzare il suo pieno ritorno al gruppo. Durante la sua “assenza” il Venezuela è entrato a farne parte, una adesione che era contrastata proprio dal Paraguay.

A causa di questa situazione, il Paraguay ha adottato un approccio politico alla questione con incontri bilaterali con tutti i leader del Mercosur (tra cui il venezuelano Nicolas Maduro) , ma nessun ritorno formale al gruppo è stato confermato.

Nel suo giro di contatti il presidente paraguaiano ha già incontrato Cristina Fernandez a Buenos Aires, Dilma Rousseff a Brasilia, Nicolas Maduro in Suriname assieme al cileno Sebastian Piñera, a lungo alleato del Paraguay e ora membro dell’Alleanza del Pacifico, e infine l’Uruguay.

Cartes è arrivato a Montevideo il 25 ottobre e ha avuto colloqui privati​con Mujica e più tardi si sono incontrati i ministri degli esteri Eladio Loizaga e Luis Almagro che hanno affrontato le questioni relative a commercio, investimenti, strutture portuali, corsi d’acqua, comunicazioni e energia. In precedenza, Uruguay e Brasile avevano annunciato le loro  proposte di riduzioni tariffarie e che gli altri due, Argentina e Paraguay, avrebbero dovuto averle in tempo per l’incontro di dicembre con l’Ue.

Le misure protezionistiche attuate da Argentina, che anno scatenato le proteste dagli Stati Uniti e dell’Unione europea e n procedimento presso l’Organizzazione Mondiale del Commercio, e la sospensione dal Mercosur del Paraguay hanno ritardato i negoziati con l’Unione europea, che esige il Mercosur sia rappresentato da tutti i membri del 1999: il Venezuela, per questo, non fa parte dei negoziati Mercosur/Ue.

Tuttavia anche se il Paraguay rappresenterà Mercosur nello scambio di proposte, non avrà la presidenza di turno del gruppo, attualmente detenuta dal Venezuela, per dare un segnale forte all’Ue che recentemente esteso i benefici tariffari per talune esportazioni al Paraguay fino al 2014.