LIBRI. Charlie Brown ci insegna le cose belle della vita

322

Quando per caso mi sono imbattuto in questo saggio, Su con la vita, Charlie Brown, la mia curiosità è stata attratta dal fatto che uno psichiatra, Abraham J. Twerski, abbia scelto di scrivere un libro avvalendosi della collaborazione dei fumetti di Charles Schulz, i Peanuts.

Con scetticismo mi sono chiesto se un esperimento del genere fosse solo un divertente e superficiale tentativo commerciale per aiutare le vendite.

Con grande sorpresa, già dalle prime pagine, ho dovuto ricredermi poiché ho subito capito che l’ironia e la capacità comunicativa dei Peanuts risultano essere un valido strumento per esplicare, con leggerezza e semplicità, un concetto di per sé complesso e articolato.

La leggerezza e la semplicità non sono riconducibili ad un approccio superficiale, al contrario, sono gli ingredienti per un intelligente tentativo divulgativo e sono necessari per arrivare direttamente al problema senza perdersi in preamboli troppo tecnici.

Le dinamiche psicologiche che i fumetti di Schulz portano alla luce sono così immediate che il processo identificativo da parte di chi legge risulta essere un processo naturale ed istantaneo.

Il libro centra il proprio focus sulla persona, sul lettore,  e sull’autocorrezione; l’intento è quello di indicare una nuova direzione interpretativa della realtà che parta da noi stessi, al fine di assimilare in maniera differente la nostra realtà, apparentemente oggettiva ma unicamente soggettiva. 

L’autore cerca di farci capire che l’abitudine di essere se stessi va interrotta attraverso un procedimento di decostruzione, dove la consapevolezza di quei processi distruttivi deve essere supportata dalla voglia di cambiare.

In questo contesto concetti come paura e autostima sono parte integrante del percorso che l’autore ci vuole indicare, e mai smette di ricordarci che il momento per mettere in pratica la nostra vita è strettamente legato non al passato e benché mai al futuro, ma solo e d unicamente all’unico tempo che esiste veramente, il presente.

Un altro elemento determinante che contribuisce a rendere il libro uno strumento valido è la schiettezza con la quale l’autore formula i propri pensieri. Il testo non promette e non suggerisce un metodo per il raggiungimento della felicità con il minimo sforzo.  il testo è la possibilità di dare a noi stessi un’alternativa valida per affrontare la vita e le sue molteplici complicazioni con gli strumenti che abbiamo ma che non sappiamo utilizzare.

La ricerca della felicità non è l’allontanamento del dolore dalla propria vita; la felicità è quel traguardo che si raggiunge nonostante il dolore, dove la consapevolezza e la capacità di sapersi osservare creano i presupposti al cambiamento.

Da un estratto del libro: «Ci sono molte strade per essere più felici, ma prima dobbiamo riconoscere che l’infelicità non è in sé inevitabile. Charlie Brown ci parla di noi. Se ascoltiamo e comprendiamo il suo messaggio, allora possiamo cercare di cambiare le cose.

Quando cominciamo le cose belle? (È il titolo originale del libro, When Do The Good Thing Start?) Le cose belle possono cominciare anche subito, se riesci a compiere i passi necessari per correggere la falsa immagine che hai di te stesso. Spetta a te scoprire la piacevole verità che riguarda la tua persona».

Ringrazio per la traduzione Diego Pastorino.

I miei complimenti vanno all’autore del testo, Abraham J. Twerski, per aver creduto in questo esperimento e per essere riuscito a nell’intento di creare una valida  e faticosa alternativa alla nostra ricerca della felicità.

Un sorriso disegna il mio viso quando penso a Charlie Brown e a tutta la sua compagnia.

Con stima e ammirazione guardo al genio di Charles Schulz perché è riuscito, con ironia, a disegnare l’uomo in tutta la sua complessità.

Simone Lentini

Su con la vita, Charlie Brown! Come affrontare i problemi di ogni giorno con l’aiuto dei Peanuts
Abraham J. Twerski

Traduttore: D. Pastorino
Editore: Mondadori
Collana: Oscar saggi
Edizione: 2
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
Pagine: 134 p., ill. , Brossura
EAN: 9788804671343