CINA. Aumentano le possibilità di entrare senza visto

49

La Cina aumenterà il numero dei porti d’entrata per i turisti senza visto portandoli da sei giorni a 27. Dal 1 dicembre, i turisti da 53 paesi possono avere il permesso per entrare in 20 città della Cina attraverso questi punti fino a 144 ore, ha detto il ministero per l’Immigrazione.

La Cina ha iniziato lo schema per attrarre più viaggiatori e turisti ed espandere così gli introiti. I turisti hanno bisogno di un passaporto valido e dei biglietti ad una destinazione fuori della Cina che siano validi entro il periodo senza visto per poter entrare nella Repubblica Popolare. Nella maggior parte dei casi, saranno limitati alla città dove sono arrivano, ma i viaggiatori diretti all’aeroporto internazionale di Chongqing Jiangbei nella Cina sud-occidentale potranno visitare 11 città attraverso la provincia di Sichuan.

Da gennaio, riporta Scmp, Qingdao nella provincia orientale dello Shandong e Wuhan, capitale dell’Hubei centrale, fa parte delle quattro città che hanno iniziato ad offrire 144 ore di soggiorno. Lo schema dei visti include già grandi città come Pechino, la metropoli costiera settentrionale di Tianjin, Shanghai e il centro tecnologico di Hangzhou, nella provincia dello Zhejiang orientale. I dati ufficiali mostrano che dal 2013 sono state approvate 452.000 entrate senza visto. Nel 2018 sono state effettuate 100.000 visite di questo tipo, con un aumento del 24% rispetto all’anno precedente.

I 53 paesi comprendono gli Stati Uniti, il Canada, i paesi membri dell’Unione Europea, la Russia, il Giappone e la Corea del Sud, nazioni sudamericane come il Brasile e l’Argentina, così come la Scandinavia e gli stati arabi del Golfo. Il numero di turisti in Cina è cresciuto costantemente negli ultimi quattro anni, anche se il 74 per cento di quelli provenivano da Hong Kong e Macao, riporta un recente rapporto della World Tourism Alliance e della China Tourism Academy.

Nel 2018, un totale di 141.2 milione turisti è arrivato in Cina, un aumento annuo dell’1,2 per cento, secondo l’Accademia del turismo della Cina; le entrate del turismo internazionale erano di 127,1 miliardi di dollari, un aumento del 3% rispetto al 2017.

Lucia Giannini