BALCANI. Kosovo-Serbia: Pristina conferma la tassa sui prodotti serbi e Belgrado traccia la sua linea rossa sul dialogo

254

Interni 

SLOVENIA
Sono stati concordati due progetti di emendamento alla legislazione elettorale con il presidente Borut Pahor.

CROAZIA
Caos parlamentare in Croazia: Gordan Maras, del partito SDP, ha annunciato il deposito della richiesta di ispezione nel parlamento, per la mancata concessione della pausa visto l’elevato numero di emendamenti: ben  900 alla legge finanziaria.

MONTENEGRO
Parlamentari e partiti dell’opposizione suggeriscono soluzioni diverse per l’uscita dalla crisi politica con le modifiche all’accordo per mantenere le elezioni libere.
Il Fronte Democratico (DF) sostiene con forza le proteste, richiedendo le dimissioni del Presidente montenegrino Milo Djukanovic, del primo Ministro Dusko Markovic e sono favorevoli alla formazione di un governo tecnico. Le proteste vanno avanti da settimane inizialmente chiedevano solo le dimissioni del Presidente, ma con il passare del tempo la richiesta è di un cambio di passo politico.

SERBIA
Maja Gojkovic, presidente del parlamento serbo, spiega cosa hanno fatto i democratici in Vojvodina fino al 2016, in maniera molto critica. Il presidente del parlamento chiede ai parlamentari dell’opposizione di rientrare in Aula per completare l’iter legislativo. Il presidente Aleksandar Vucic è tornato a parlare di relazioni Kosovo – Serbia annunciando: la Serbia traccia le sue linee rosse per una soluzione in Kosovo, ma non elimina la possibilità di dialogo.

ALBANIA
Continuano le proteste in Albania contro il governo, Edmond Panariti, ministro dell’Agricoltura, ha dichiarato che l’opposizione non richiede un cambio di potere, ma un processo elettorale.

MACEDONIA DEL NORD
Sono ora tre i candidati alle elezioni presidenziali nella Macedonia Del Nord.

 

Esteri

KOSOVO
Il primo Ministro del Kosovo, Ramush Haradinaj, invita l’UE e gli Stati Uniti a raggiungere un accordo reciproco tra Kosovo e Serbia. Continuando a insistere di non voler togliere la tassa del 100% sui prodotti serbi. Endrit Shala, ministro del Commercio e Industria, incoraggia gli investitori francesi a investire in Kosovo.

MACEDONIA DEL NORD
Firmando l’accordo di Prespa, Atene assisterà Skopje sulle organizzazioni internazionali del traffico, ferrovia e strada, consentendo agevolazioni anche per i lavoratori pendolari fra i due Paesi.

 

Economia

SLOVENIA
Si è tenuta la conferenza stampa del ministero dell’Agricoltura sullo sviluppo dell’agricoltura slovena. Il ministro Aleksandra Pivec ha presentato il documento di base per lo sviluppo agricolo sloveno dal titolo: Il nostro cibo, la nostra campagna e risorse naturali dopo il 2021.

CROAZIA
Andrej Plenković ha rifiutato di commentare il caso del Ministro dei fondi UE Gabriele Žalac.

BOSNIA
I cittadini della Bosnia-Erzegovina dimostrano di essere più formichine nel 2018 rispetto al 2017: hanno “risparmiato” un altro miliardo di marchi bosniaci nell’ultimo anno. Grande richiesta di lavoratori nel settore dell’industria militare in Bosnia.

ALBANIA
Il Ministero delle Finanze: la riduzione dell’IVA per gli agricoltori non ci sarà.

Redazione