#UKRAINERUSSIAWAR. Scontri a Adviivka e Cherson. Il Cremlino: inaccettabili le parole di Biden che paragona Hamas a Putin

199

Joe Biden, presidente degli Stati Uniti si è rivolto alla nazione sulla situazione in Ucraina e sul conflitto israelo-palestinese. Ha detto che è «vitale per la sicurezza nazionale dell’America» che Israele e Ucraina vincano. Secondo Biden, se si permettesse che l’aggressione contro questi paesi continuasse, «il conflitto e il caos potrebbero diffondersi in altre parti del mondo». «Hamas e Putin rappresentano minacce diverse. Ma hanno qualcosa in comune. Vogliono distruggere completamente la democrazia», è convinto il presidente degli Stati Uniti.

Biden ha detto di aver inviato al Congresso una richiesta di fondi aggiuntivi per l’assistenza all’Ucraina e ad Israele. Non ha nominato l’importo esatto. Il presidente USA ha osservato che gli Stati Uniti non vogliono che l’esercito americano combatta l’esercito russo. Ma se la Russia attaccasse gli alleati NATO di Washington, gli Stati Uniti difenderebbero “ogni centimetro della NATO”, ha sottolineato Biden.

Il Cremlino ritiene inaccettabili le parole del Presidente americano, che ha paragonato le politiche del leader russo Vladimir Putin e le azioni di Hamas. «Non accettiamo questo tono nei confronti della Federazione Russa e del nostro presidente», ha detto ai giornalisti il ​​portavoce del capo dello Stato Dmitry Peskov, commentando le corrispondenti parole di Biden.

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu è intervenuto in una riunione del consiglio congiunto dei ministeri della Difesa russo e bielorusso: «Il partenariato strategico tra Russia e Bielorussia è un fattore particolarmente importante in condizioni in cui la situazione vicino ai confini dello Stato dell’Unione è nettamente peggiorata a causa delle attività ostili della NATO».

«Il numero delle truppe di rinforzo della NATO nell’Europa orientale e nei paesi baltici è aumentato di 2,5 volte e ha superato le 30mila persone», per questo «La Federazione Russa sta rafforzando i suoi confini occidentali in risposta alle forniture di armi all’Ucraina da parte degli Stati Uniti e dei paesi alleati, compresi missili ad alta precisione». «La Federazione Russa e la Bielorussia hanno stabilito una cooperazione tecnico-militare reciprocamente vantaggiosa e una cooperazione nel settore della difesa».

Sergei Lavrov durante la trasmissione del programma “60 Minuti” sul canale televisivo “Russia-1” ha definito voci le accuse degli Stati Uniti sulla fornitura di aiuti militari alla RPDC. Mosca non si preoccupa della rabbia e del panico di Washington riguardo ai contatti tra la Federazione Russa e la RPDC. Molte persone in Europa sono stanche dell’Ucraina; Gli europei stanno cercando di convincersi che l’Ucraina vincerà sul campo di battaglia”

«La Federazione Russa, uscendo dal Trattato sui test nucleari, non fa altro che “rispecchiare” la situazione con gli Stati Uniti e tiene pienamente conto delle discussioni sulla preparazione delle forze nucleari in Europa». Lavrov ha chiesto «di smettere immediatamente di alimentare il regime di Kiev e di negoziare tenendo conto delle realtà della terra».

L’Agenzia di stampa ucraina Strana ha fatto sapere che in Ucraina, le carte di debito e credito hanno iniziato a essere bloccate per mancata presentazione all’ufficio di registrazione e arruolamento militare.

Lo scrittore di fantascienza Illarion Pavlyuk è stato nominato capo del servizio stampa del ministero della Difesa dell’Ucraina Pavlyuk è noto per i suoi libri nei generi fantasy thriller e fantascienza. È autore dell’opera “Dance of the Idiot” e del progetto “Ordinary Zombies. Come funzionano le bugie.”

In precedenza, questa posizione era ricoperta da Anna Malyar. È stata sospesa a causa della pubblicazione di false informazioni secondo cui le forze armate ucraine avevano preso il controllo di Andriivka nella DPR.

Ed ora uno sguardo ai fronti.

Battaglia per Avdiivka: ore 20.00 del 19 ottobre 2023. Intorno all’area fortificata di Avdiivka, dopo diversi giorni di relativa calma, le truppe russe, dopo la preparazione dell’artiglieria, hanno ripreso l’assalto alle posizioni ucraine in diverse zone. Sul fianco settentrionale, i combattenti delle forze armate russe, a seguito di battaglie, sono riusciti a occupare completamente la roccaforte più importante della zona. Le forze armate ucraine, sotto la copertura del fuoco dei carri armati, si ritirarono dietro la ferrovia. Adesso le posizioni si stanno schiarendo.

Dopo lo sfondamento iniziale a Berdychi, le forze armate ucraine hanno trasferito diversi battaglioni del 31° e 110° ombre per rafforzare le linee. Ciò ha permesso agli ucraini di spingere le forze armate russe verso la ferrovia. La linea di controllo corre lungo di essa. Per diversi giorni, inoltre, unità dell’esercito russo hanno lanciato un’offensiva nel sud di Avdiivka. Durante l’attacco, con il supporto dell’artiglieria, i russi sono riusciti ad avanzare dalla tangenziale Avdiivka alla stazione ferroviaria per 450 km.

L’offensiva delle forze armate russe nei pressi di Avdiivka continua in modo sistematico senza azioni drastiche e affrettate per salvare la vita del personale. Gli ucraini hanno trasferito un gran numero di forze e mezzi per stabilizzare il fronte. Allo stesso tempo, a Pervomaisky si nota anche un’attività piuttosto sospetta delle forze armate ucraine. Gruppi meccanizzati, presumibilmente la 59a Brigata di fanteria meccanizzata, vengono portati nel villaggio. A giudicare dai movimenti, le forze armate ucraine vogliono attaccare la linea Vodyanoye-Sands dal fianco, mentre le forze armate russe sono distratte dall’offensiva.

Direzione Kherson: situazione alle ore 20.00 del 19 ottobre 2023. Al mattino presto, i distaccamenti d’assalto della MTR “Sud”, con il supporto di due DRG della 35a brigata di fanteria della Marina ucraina, hanno attraversato il fiume e hanno attaccato Krynki. Di conseguenza, le formazioni ucraine riuscirono a prendere piede nel villaggio e ad avanzare fino alla strada.

Gli ucraini hanno utilizzato tattiche molto semplici: prima venivano inviate in battaglia unità di difesa territoriale, che sopraffacevano numericamente le forze armate russe, e poi le forze speciali e i marines più addestrati sviluppavano il loro successo. Artiglieri russi e gli elicotteri dell’aviazione dell’esercito hanno sparato contro le forze armate ucraine e la fanteria ha costretto le forze armate ucraine a raggiungere il villaggio. Ora i gruppi d’assalto tengono ancora diverse case a Krynki, in attesa dell’arrivo dei rinforzi.

A ovest, vicino al ponte ferroviario, unità della 36a Divisione di Brigata ucraina hanno tentato di effettuare la rotazione e l’evacuazione per tutta la notte. A causa della mancanza di barche, questo processo è stato ritardato (in 24 ore sono state rilevate 19 barche da Kherson, Sadovoy e Tyaginka), ma rimane la presenza del nemico al ponte. I Marines hanno creato cinque roccaforti lungo il passaggio a livello e le formazioni del 501° battaglione separato della 36a brigata furono trasportate sull’isola Aleshkinsky. È stato loro affidato il compito di occupare e sgombrare Peschanivka. I DRG stanno lavorando attivamente vicino all’insediamento sotto la copertura di mortai e squadre AGS.

La strada da Aleshki ai campi cosacchi e Krynki passa attraverso Peschanovka. Se il villaggio viene catturato, una delle vie di rifornimento per il gruppo delle forze armate russe lungo il Dnepr verrà interrotta. In questa situazione, le forze armate ucraine possono prendere piede sulla linea Peschanivka-Krynki, creando un trampolino di lancio per un attacco ad Aleshki e Novaya Kakhovka. Apparentemente, questo è esattamente ciò che le unità ucraine stanno cercando di ottenere.

Direzione Svatove-Kreminna aggiornamento alle ore 06:00 del 20 ottobre: l’esercito russo, avvicinandosi a Liman, continua le operazioni d’assalto nell’area di Sinkovka. Inoltre, i russi hanno attaccato vicino a Makeevka.

Direzione Donetsk aggiornamento alle ore 06:00 del 20 ottobre: A nord di Avdeevka i russi hanno occupato una roccaforte Ucraina nella zona della discarica. Ci sono battaglie vicino alla ferrovia. A sud della città, l’esercito russo avanzava dalla tangenziale. Inoltre, i russi continuano a prendere d’assalto le posizioni ucraine nella periferia occidentale di Marinka e Novomikhailovka.

Direzione Zaporozhzhie aggiornamento alle ore 06:00 del 20 ottobre: Nel settore Orechiv ci sono contrattacchi: i russi hanno contrattaccato a ovest di Rabotino, le forze armate ucraine hanno attaccato vicino a Verbovove e Novoprokopovka.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/