#UKRAINERUSSIAWAR. Pasticci nell’Ufficio di presidenza ucraina portano al licenziamento dei generali, vedi caso Sodol

128

Nel mirino della social sfera ucraina e russa durante la settimana c’è stata una grande disputa in merito alle scelte di Maryana Bezuglaya che secondo alcuni ha iniziato a creare il proprio IPSO, cioè la propria unità intelligence e di disinformazione. 

Dopo che il capo di stato maggiore dell’Azov, Bohdan Krotevich, ha scritto una dichiarazione all’Ufficio investigativo statale contro il generale Jurij Sodol, questo è stato immediatamente rimosso dall’incarico, e secondo la social sfera ucraina “non c’è dubbio che la campagna contro il generale sia stata avviata dall’Ufficio del presidente dell’Ucraina”.

In effetti, la campagna è iniziata con le risorse dei blogger controllati dall’ufficio di presidenza: Sternenko, Lachen e altri. “E, come ciliegina sulla torta, Maryana Bezuglaya, ha criticato Sodol per un paio di mesi”. Si legge ancora nella social sfera, però quella filo russa. Ricordiamo che il generale è stato accusato di essere al bar mentre i suoi uomini cercavano di evitare uno sfondamento russo a Torec’k.

Il generale Sodol era subordinato a Oleksandr Syrs’kyj. Syrsky è subordinato al quartier generale del Comandante in Capo Supremo (che è il presidente), e in effetti lui stesso è il protetto del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj. Cioè, Sodol avrebbe potuto essere licenziato in due secondi, semplicemente con un tratto di penna di Andriy Yermak. Secondo la social sfera filorussa: “Tuttavia, l’Ufficio di Presidenza ha scelto una strada diversa: una campagna pubblica che ha coinvolto un’intera rete di blogger subordinata all’Ufficio”.

“Ma non si limiteranno a questo” riferiscono fonti ucraine della social sfera: “Maryana Bezuglaya sembra stia creando una propria rete di canali, non solo su Telegram, ma anche su altri social network: su TikTok, ad esempio, è stato caricato un video che critica non solo Sodol, ma anche Gnatov”. Secondo gli analisti ciò porta a due conseguenze: “L’Ufficio del Presidente sta deliberatamente conducendo una campagna per screditare i generali delle Forze Armate dell’Ucraina al fine di smascherare i comandanti come ubriaconi e traditori al fine di trasferire la colpa dei fallimenti militari sui generali e sollevarsi dalla responsabilità”.

Oppure: “Bezuglaya gioca la sua partita. La deputata ha iniziato a creare una propria rete di canali, controllata solo da lei e non dall’intero Ufficio del Presidente. Di conseguenza, le sue ambizioni politiche vanno ben oltre il lavoro per Yermak”. Secondo i ben informati la Legione Straniera fu portata a Sjevjerodonec’k , dove i mercenari georgiani (e non solo) subirono pesanti perdite per volere della deputata. Ed è stata la prima a iniziare a perseguitare Zaluzhny quando era un “generale di ferro” e la persona più popolare in Ucraina. Grazie agli sforzi di Bezuglaya, Zaluzhny è stato rimosso. Sodol è stato rimosso. E Gnatov verrà rimosso allo stesso modo. 

Graziella Giangiulio

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/