#UKRAINERUSSIAWAR. Il Gruppo Wagner addestrerà le milizie nel Donbass

110

Il capo del Gruppo Wagner, Yevgeny Prigozhin, ha dichiarato venerdì che la sua organizzazione ha iniziato ad addestrare i civili nelle regioni russe confinanti con l’Ucraina per formare una milizia e costruire fortificazioni.

«Wagner sta aiutando e continuerà ad aiutare la popolazione delle zone di confine a imparare a costruire strutture ingegneristiche, a formare e organizzare una milizia», ha dichiarato Prigozhin, citato dal servizio stampa della sua società Concord, ripreso da AFP.

Ha aggiunto che «un gran numero di persone è già pronto a difendere la propria terra». Prigozhin ha dichiarato che l’obiettivo principale di Wagner è quello di iniziare a costruire fortificazioni e scuole di addestramento nelle regioni di Belgorod e Kursk, che negli ultimi mesi sono state regolarmente sottoposte a fuoco in attacchi che Mosca ha imputato all’esercito ucraino.

«Se volete la pace, preparatevi alla guerra», ha detto, insistendo sul fatto che ogni russo ha il diritto di difendere la propria patria come meglio crede.

A settembre Prigozhin ha rivelato per la prima volta di aver fondato il gruppo Wagner nel 2014 per combattere in Ucraina e ha riconosciuto la sua presenza in Africa, Medio Oriente e America Latina. Questo dopo che lui e il Cremlino avevano a lungo negato l’esistenza del gruppo.

Prestare servizio come mercenari rimane illegale per i russi. I combattenti di Wagner sono stati in prima linea nell’offensiva di Mosca in Ucraina e a settembre è emerso un video che sembrava mostrare Prigozhin mentre visitava una prigione e offriva contratti ai prigionieri per combattere in cambio del loro rilascio.

I funzionari ucraini affermano che Prigozhin ha inviato al fronte migliaia di soldati reclutati nelle prigioni russe. Prigozhin, che da tempo è accusato di gestire una “fabbrica di troll” per influenzare i voti nei Paesi occidentali, lunedì scorso ha ammesso di aver interferito nelle elezioni statunitensi.

Precedentemente una figura oscura, il 61enne sta diventando un personaggio sempre più pubblico e gli analisti dicono che potrebbe prendere in considerazione un ruolo politico.

Questo mese Wagner ha aperto una sede nella seconda città russa di San Pietroburgo.

Anna Lotti