#UKRAINERUSSIAWAR. Come i russi scoprono le posizioni ucraine

141

Lo hanno chiamato Penicillina ed è un complesso di ricognizione russo che è in grado di svelare le posizioni dell’artiglieria delle forze armate ucraine. 

A mostrarlo alla stampa, questa volta, nessuna fuga di informazioni, no! Lo ha fatto direttamente il Ministero della Difesa russo, in una conferenza stampa apposita il 4 di febbraio scorso. La Russia infatti non è solo impegnata in un conflitto con l’Ucraina ma è diventato un grande giocatore nello scacchiere della vendita dei sitemi d’arma, proiettili, droni e tutto quello che viene in mente in materia di armi. 

Il Ministero ha raccontato e mostrato come, con l’aiuto del moderno complesso di ricognizione dell’artiglieria “Penicillina”, vengono scoperte le posizioni di artiglieria delle forze armate ucraine nella zona delle operazioni ucraine. E ha specificato che gli ufficiali di ricognizione dell’artiglieria stanno lavorando in direzione di Kup”jans’k. “Il lavoro di combattimento del complesso di misurazione del suono consiste nell’analizzare le onde sonore provenienti dai colpi di vari pezzi di artiglieria e mortaio ucraini che arrivano a speciali dispositivi remoti di raccolta del suono. Grazie all’elevata sensibilità dei sensori, il veicolo da combattimento è in grado di rilevare il suono di un proiettile di artiglieria a una distanza massima di 50 chilometri”, ha affermato il dipartimento militare. E ha aggiunto che la passività del complesso nelle emissioni radio riduce la probabilità che venga rilevato da apparecchiature radio ucraine.

Il ministero della Difesa ha spiegato che “grazie alla separazione territoriale dei sensori e al loro corretto posizionamento, il supporto informatico di un veicolo da combattimento è in grado di determinare con precisione le coordinate del cannone nemico. La ricezione e l’elaborazione dei dati con la successiva emissione di informazioni richiede un tempo minimo, il che aumenta l’efficienza della nostra artiglieria. Allo stesso tempo, la “Penicillina” nell’operazione di combattimento registra non solo segnali acustici, ma anche termici di colpi di artiglieria ed esplosioni di proiettili”.

”La ricognizione dell’artiglieria ha rilevato azioni nemiche in profondità sul fronte lungo un raggio di circa 25 km e allo stesso tempo ha regolato l’operazione di combattimento dei loro cannoni”, hanno riferito i militari, che stanno testando Penicellina, descrivendo uno degli episodi di utilizzo del complesso.

E ancora: “Nella parte anteriore, le installazioni di Penicillina vengono utilizzate per la guerra controbatteria: consentono di identificare le posizioni di fuoco nemiche per un attacco di ritorsione”. “Il complesso dà coordinate precise. Dopodiché vengono trasferiti al posto di comando e lì vengono prese le decisioni sulla distruzione del nemico o su ulteriori ricognizioni”, ha detto il comandante del complesso Penicillina con il nominativo Voiko.

E per aumentare la sopravvivenza, l’equipaggio della Penicillina cambia posizione ogni giorno. “Cerchiamo di fare in modo che il nemico non ci scopra in alcun modo, facciamo di tutto per questo: camuffiamo, togliamo tutto, nascondiamo tutto. Cerchiamo di dare il massimo”, ha aggiunto Voiko.

Il complesso Penicillina è stato sviluppato da specialisti del Vector Research Institute (parte della holding Ruselectronics). Permette di registrare segnali acustici e termici di colpi di artiglieria e mortaio, nonché di rilevare le posizioni di sistemi di lancio multiplo di missili, missili antiaerei e tattici. I test statali di questo sistema sono stati completati nel 2018 e le consegne alle truppe sono iniziate nel dicembre 2020.

Il complesso è composto da due veicoli su telaio KAMAZ con apparecchiature per la ricognizione acustico-metrica e acustico-termica. Inoltre, come osservato in Rostec, il sistema Penicillina può comprendere fino a sei unità di apparecchiature. I dati ottenuti durante la ricognizione vengono tracciati su una mappa elettronica. Successivamente, entra in gioco il complesso di controllo del fuoco dell’artiglieria Tablet-A, insieme a “Penicillina”, creato dal Signal Research Institute (parte dei “Complessi ad alta precisione”). Questo sistema effettua i calcoli necessari per sparare e trasmette informazioni ai comandanti delle armi per la successiva soppressione dell’artiglieria nemica. Il tempo medio per determinare le coordinate del target e il ciclo di controllo non è superiore a un minuto.

Vale la pena notare che il “Tablet-A” può controllare il fuoco di quasi tutti i sistemi di artiglieria in servizio con le forze armate russe. Il prodotto è inoltre adattabile a qualsiasi unità di artiglieria, anche di tipo misto.

L’efficacia del “Penicillina”, anche in condizioni meteorologiche avverse, consente di aumentare significativamente la precisione di regolazione del lavoro di combattimento dell’artiglieria, ha osservato il Ministero della Difesa russo.

Allo stesso tempo, la stessa “Penicillina” non può essere rilevata dalle apparecchiature radio, poiché, a differenza delle stazioni radar americane AN/TPQ-36 in servizio presso le forze armate ucraine, non utilizza onde radio. Inoltre, il complesso non può essere soppresso dai sistemi di guerra elettronica.

Secondo i russi: “I sistemi di ricognizione dell’artiglieria sono uno degli elementi più importanti della ricognizione tecnica sul campo di battaglia. L’artiglieria moderna è diventata molto mobile, le installazioni cambiano rapidamente posizione, quindi nel combattimento controbatteria contano i secondi. In queste condizioni, i militari hanno bisogno di sistemi che consentano loro di determinare istantaneamente le coordinate delle installazioni di artiglieria nemica”, ha detto l’esperto militare Andrei Klintsevich al canale televisivo RT. “I complessi come “Penicillina” sono molto importanti perché ci permettono di accelerare il processo di ricognizione e di sopprimere rapidamente le forze armate ucraine”, ha chiosato Klintsevich.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/