TURCHIA. Esercitazioni congiunte turco-azere vicino al confine armeno

119

Turchia e Azerbaigian hanno iniziato una serie di esercitazioni militari congiunte di larga scala nell’Anatolia orientale, vicino al confine con l’Armenia.

Le esercitazioni militari invernali, che si svolgeranno dal 1 al 12 febbraio vicino alla città di Kars, sono l’ultimo segno di approfondimento dei legami tra i due alleati turcofoni dopo che la Turchia ha sostenuto l’Azerbaigian nella sua recente campagna contro le forze di etnia armena nella guerra durata sei settimane nella regione del Nagorno-Karabakh.

Il ministero della Difesa turco, riporta Rferl, ha fatto sapere in un comunicato che le esercitazioni sono destinate a garantire il coordinamento e le capacità di combattimento in condizioni invernali.

Su Twitter, il Ministero ha pubblicato un video di due elicotteri da combattimento che salutano la bandiera turca sopra il castello di Kars. Il 30 gennaio, un centro di osservazione congiunto turco-russo per monitorare il cessate il fuoco tra Armenia e Azerbaijan sul Nagorno-Karabakh ha iniziato le operazioni all’interno dell’Azerbaijan, dando ad Ankara una maggiore impronta nel Caucaso meridionale.

L’esercitazione è caratterizzata dall’utilizzo di armi ed equipaggiamenti di produzione turca. Vi stanno prendendo parte divisioni corazzate, artiglieria, squadre di cecchini, personale delle forze speciali, elicotteri e forse di pronto intervento. L’esercitazione si concentrerà principalmente sulle capacità operative in condizioni atmosferiche proibitive, tipiche dei mesi invernali, comprese le pratiche di riparo, rinforzo, manutenzione e addestramento. Sono previsti assalti terrestri e aerei, aviolanci, operazioni aeree e supporto logistico saranno praticati da entrambi i militari.

Turchia e Azerbaigian conducono regolarmente esercitazioni militari congiunte. L’ultima esercitazione di questo tipo si è tenuta nell’estate del 2020, principalmente a Baku e Nakhichevan, due settimane dopo che le forze armate dell’Azerbaigian hanno attaccato senza successo la provincia armena di Tavush.

Dopo il completamento di quella esercitazione militare congiunta, la Turchia ha lasciato in Azerbaigian personale militare e attrezzature, compresi i jet da combattimento, che sono stati utilizzati durante le operazioni in Nagorno Karabakh lanciate il 27 settembre 2020.

Maddalena Ingroia