REGNO UNITO. L’MI6 cerca spie part time

169

L’M16 sta reclutando spie part-time a quanto pare, e sta chiamando i britannici che stanno «cercando di rendere più piccante la loro vita altrimenti noiosa».

Mettendo annunci in riviste in tutto il paese, secondo il Daily Star, il Secret Intelligence Service sta cercando di aumentare il reclutamento e incoraggiare la diversità, con un particolare interesse nell’assunzione di donne, persone anziane, “cittadini stranieri” e candidati provenienti da oltreoceano per lavorare con loro.

Il nuovo reclutamento è stato spinto dal nuovo capo dell’MI6, Richard Moore, noto come “C” cioè Comptroller. Uno degli annunci, dice che l’MI6 è alla ricerca di persone «con diverse abilità ed esperienze di vita per ruoli part-time e di consulenza».

La campagna pubblicitaria è intitolata “Tell Me a Secret”, l’annuncio reciterebbe: «Il Secret Intelligence Service cerca persone con diverse abilità ed esperienze di vita per ruoli part-time e di consulenza per migliorare la nostra missione principale (…) Lavoriamo in ambienti difficili e volatili nel mondo reale e online, con un focus sulla sicurezza nazionale, il benessere economico e la prevenzione o l’individuazione di gravi crimini».

Un’altra passo è più specifico: il servizio è alla ricerca di coloro che hanno «esperienza nel loro campo scelto». Il direttore del Sis, la cui moglie è cieca, spera anche di reclutare persone con disabilità, in modo che possano offrire le loro capacità e intuizioni uniche al ruolo. Sono anche alla ricerca di contatti dalla Russia e dalla Cina. Il lavoro comporterebbe un sacco di viaggi, rendendolo perfetto per qualsiasi dirigente aziendale «in cerca di un po’ di pepe in una vita altrimenti noiosa».

Da ricordare che l’MI6 è un’agenzia governativa britannica che lavora per raccogliere, analizzare e diffondere l’intelligence straniera come e quando è richiesto. Lavora principalmente fuori dal territorio britannico, raccogliendo informazioni da portare in patria per aiutare a raccogliere informazioni nel Regno Unito.

Maddalena Ingrao