PANDEMIA. Il nemico invisibile ha attaccato il sistema globale

75

La paura del coronavirus ha portato a un calo storico delle scorte statunitensi, ha chiuso le frontiere e ha sconvolto la vita quotidiana in tutto il mondo, mentre i governi hanno adottato misure sempre più drastiche per cercare di ridurre la gravità dell’epidemia globale.

I mercati finanziari hanno avuto il giorno peggiore degli ultimi 30 anni, nonostante l’azione d’emergenza delle banche centrali globali per cercare di prevenire la recessione, con i mercati azionari statunitensi che sono scesi dal 12% al 13%, spazzando via miliardi di dollari di valore di mercato, riporta Reuters.

Appena un mese fa, i mercati finanziari stavano toccando i massimi storici, nell’ipotesi che l’epidemia fosse in gran parte contenuta in Cina e non causasse disordini oltre a quanto si era visto con precedenti epidemie virali di Ebola, Sarà e Mers. Ora ci sono stati più casi e più morti al di fuori della Cina continentale che all’interno, con 180.000 casi in tutto il mondo e oltre 7.000 morti. Canada, Cile e altri Paesi hanno chiuso le loro frontiere ai visitatori. Il Perù ha dispiegato personale militare per bloccare le strade principali, mentre l’Irlanda ha lanciato una campagna per reclutare più operatori sanitari. Le compagnie aeree hanno tagliato i voli, perso posti di lavoro e chiesto ai governi prestiti e sovvenzioni per miliardi di dollari.

Il presidente Donald Trump ha esortato gli americani a fermare la maggior parte delle attività sociali per 15 giorni e a non riunirsi in gruppi più grandi di 10 persone in un nuovo sforzo per ridurre la diffusione del coronavirus, definito un “nemico invisibile”. 

Trump ha poi detto che il peggio dell’epidemia potrebbe finire entro luglio, agosto o più tardi e ha avvertito che una recessione è possibile. Gli Stati Uniti potrebbero immettere 800 miliardi di dollari o più nell’economia per minimizzare i danni economici. Gli esperti di salute pubblica negli Stati Uniti e altrove sperano che le misure contribuiscano a bloccare il numero di nuovi casi nel tempo per non travolgere gli ospedali e i sistemi sanitari.

I ministri delle Finanze dell’Unione Europea stanno pianificando una risposta economica coordinata al virus, che secondo la Commissione Europea potrebbe spingere l’Unione Europea in recessione. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha invitato tutti i paesi lunedì a intensificare i programmi di test come il modo migliore per rallentare l’avanzata della pandemia. Diversi paesi hanno vietato raduni di massa come eventi sportivi, culturali e religiosi per combattere la malattia.

Il Comitato Olimpico Internazionale terrà colloqui con i capi delle organizzazioni sportive internazionali martedì, fonte vicina a una federazione informata sul tema detto, in mezzo ai dubbi che le Olimpiadi di Tokyo 2020, che inizieranno il 24 luglio, possano procedere.

La Spagna e la Francia, dove i casi e i decessi hanno iniziato a crescere a pochi giorni di distanza da quelli dell’Italia, hanno imposto severe misure di blocco durante il fine settimana. Il Middle East business hub di Dubai ha dichiarato di aver chiuso tutti i bar e i lounge fino alla fine di marzo. La Thailandia ha in programma di chiudere scuole, bar, cinema e le popolari arene per i combattimenti tra galli.

Anna Lotti