GIAPPONE. Tokyo punta sull’Idrogeno

82

Il Giappone sta per impegnare 3,4 miliardi di dollari in due grandi progetti per accelerare e promuovere l’uso dell’idrogeno nel paese nei prossimi 10 anni. Tokyo ha detto martedì che il denaro verrà dal suo fondo per l’innovazione verde e fa seguito al suo annuncio a dicembre che mira ad aumentare la domanda di idrogeno del paese a 3 milioni di tonnellate all’anno entro il 2030 – da circa 2 milioni di tonnellate attualmente – e a 20 milioni di tonnellate entro il 2050.

Uno dei progetti sarà un piano da 300 miliardi di yen per creare una catena di approvvigionamento di idrogeno su larga scala e promuovere la domanda di questo carburante pulito, riporta Reuters.

L’altro progetto da 70 miliardi di yen svilupperà un sistema di produzione di idrogeno su larga scala, efficiente in termini di costi, tramite elettrolisi dell’acqua, utilizzando l’elettricità derivata da fonti di energia rinnovabili, ha detto il governo nipponico.

I due progetti saranno finanziati dal fondo governativo per l’innovazione verde di 2 trilioni di yen, creato per aiutare il paese a raggiungere il suo obiettivo del 2050 di diventare neutrale rispetto al carbonio.

Si tratta dei primi di 18 potenziali progetti annunciati dal Ministero giapponese il mese scorso per sostenere la ricerca e lo sviluppo, attingendo al fondo del governo.

L’idrogeno, usato a lungo come combustibile per razzi, viene estratto per lo più dal gas naturale o dal carbone. Viene utilizzato principalmente nella raffinazione del petrolio e per produrre ammoniaca per i fertilizzanti, ma la domanda futura dovrebbe provenire dai trasporti, dall’edilizia e dalla produzione di energia.

I dettagli di altri progetti di R&S da attingere al fondo governativo, tra cui l’abbassamento del costo dei parchi eolici offshore e la costruzione di una catena di approvvigionamento di ammoniaca combustibile, saranno decisi entro l’autunno di quest’anno, ha detto il ministero dell’Industria.

Tommaso Dal Passo