GIAPPONE. Accordo militare con la Thailandia

255

Il Giappone ha firmato un accordo militare con la Thailandia il 2 maggio, l’ultima mossa di Tokyo per aumentare la sua sicurezza nel sud-est asiatico tra le crescenti tensioni regionali e la concorrenza con la Cina.

L’accordo è stato annunciato a Bangkok: «La firma del nostro accordo per il trasferimento di attrezzature e tecnologie di difesa è un importante passo avanti nell’espansione della cooperazione bilaterale sulla difesa», ha detto il primo Ministro giapponese Fumio Kishida nella dichiarazione congiunta; il premier tailandese Prayut Chan-ocha ha espresso opinioni simili, affermando che «questo aiuterà a migliorare la difesa nazionale e a sostenere gli investimenti del Giappone in questa attività che è un obiettivo importante per la Thailandia», riporta AT.

Prayut ha detto che entrambe le parti hanno concordato sulla necessità di elevare le relazioni bilaterali al livello di partner strategici completi. Nessuno dei due leader, tuttavia, ha discusso dettagli specifici dell’accordo appena firmato.

I due politici hanno anche sottolineato le preoccupazioni comuni nella dichiarazione velatamente rivolta a Cina, Russia e Corea del Nord: «Il primo ministro Prayut e io abbiamo concordato che non tollereremo mai alcuna violazione della sovranità e dell’integrità territoriale in qualsiasi regione, qualsiasi tentativo di cambiare lo status quo con la forza, e ci opponiamo alla minaccia o all’uso di armi di distruzione di massa», ha detto Kishida. L’esercito della Thailandia è uno dei più grandi e meglio equipaggiati del sud-est asiatico. Ha anche una lunga storia di collaborazione con gli Stati Uniti è uno dei più antichi partner di Washington nella regione e un importante alleato non-Nato. Il governo thailandese ha espresso l’interesse ad acquistare fino a otto caccia F-35 dagli Stati Uniti, anche se la vendita è ancora in attesa dell’approvazione degli Stati Uniti.

Il Giappone ha recentemente concluso accordi di difesa simili con Filippine, Indonesia, Malesia e Vietnam. Ad aprile, il Giappone e le Filippine hanno accettato di lavorare su un trattato per facilitare le esercitazioni congiunte e le visite reciproche delle loro forze in risposta alle rivendicazioni territoriali sempre più assertive della Cina nel Mar Cinese Meridionale. Il trattato è stato firmato a Tokyo durante una riunione dei ministri della difesa di entrambi i paesi.

Nel settembre dell’anno scorso, il Giappone e il Vietnam hanno firmato un accordo che permette la vendita di articoli e attrezzature di difesa giapponesi ad Hanoi. Come le Filippine, il Vietnam è coinvolto in un’escalation di dispute territoriali con la Cina nel Mar Cinese Meridionale.

Il Giappone e l’Indonesia hanno anche firmato un accordo simile nel marzo dello scorso anno. Facendo eco all’accordo del Giappone con la Thailandia, l’accordo del Giappone con l’Indonesia mira a facilitare le vendite di attrezzature e tecnologie di difesa, in vista della crescente assertività della Cina intorno alle isole Natuna dell’Indonesia. I potenziali progetti e acquisti congiunti nell’ambito dell’accordo includono la fregata giapponese di classe Mogami da 30FFM, che l’Indonesia intende utilizzare, e la collaborazione Indonesia-Giappone sul caccia stealth nipponico F-X.

Nel settembre 2018, il Giappone e la Malesia hanno firmato un accordo simile per facilitare le vendite di attrezzature militari, i trasferimenti di tecnologia e altre forme di condivisione delle conoscenze e di sviluppo delle capacità.

Luigi Medici