GABON. Una donna alla guida del paese: Rose Christiane Ossouka Raponda

31

Il presidente del Gabon, Ali Bongo Ondimba, ha nominato il primo premier donna del Paese, Rose Christiane Ossouka Raponda. Ossouka Raponda, 56 anni, è stata promossa dal ministero della Difesa e subentra a Julien Nkoghe Bekale, nominato primo Ministro nel gennaio 2019.

È un’economista di formazione, laureata all’Istituto gabonese di economia e finanza, specializzato in finanza pubblica. Nel 2012 è diventata prima Ministro del bilancio e poi primo sindaco donna della capitale Libreville nel 2014, come candidata al Partito Democratico Gabonese di Bongo. In un comunicato, l’ufficio del presidente ha dichiarato che la sua missione includerà «assicurare il rilancio economico del Gabon e il necessario sostegno sociale alla luce della crisi mondiale legata alla COVID-19», riporta Afp.

Lo Stato dell’Africa centrale, fortemente dipendente dai proventi del petrolio, è stato duramente colpito dal crollo del prezzo del greggio e dall’impatto del nuovo coronavirus sul commercio. La nomina di Ossouka Raponda arriva in un momento in cui l’opposizione e i leader della società civile mettono ancora una volta apertamente in discussione l’idoneità di Bongo a governare dopo l’ictus dell’ottobre 2018.

Il presidente ha trascorso mesi all’estero per le cure, e durante questo periodo il Paese è stato scosso da un tentativo di colpo di stato nel gennaio 2019.

Il tentativo di golpe è durata solo poche ore, ma è stato seguito da un rimpasto che ha messo Nkoghe Bekale come primo Ministro e Ossouka Raponda come ministro della Difesa. Diversi mesi dopo, le autorità hanno lanciato una vasta campagna anti-corruzione che ha portato all’incarcerazione del braccio destro di Bongo, Brice Laccruche Alihanga, e di 20 associati, tra cui quattro ex ministri.

Bongo è stato eletto nel 2009 dopo la morte di suo padre Omar, che ha guidato il Paese per 42 anni. Il presidente è riapparso sui media lunedì dopo diverse settimane di assenza, fotografato in una riunione dei capi dei vari rami delle forze armate e della polizia.

Tommaso dal Passo