COREA DEL NORD. Pyongyang svela i nuovi missili iraniani

334

Lunedì il giornale ufficiale della Corea del Nord ha pubblicato un articolo sull’ammodernamento dei sistemi missilistici sottomarini e di altri sistemi d’arma dell’Iran. L’articolo del Rodng Sinmun conteneva la domanda retorica che Pyongyang avrebbe potuto svelare la sua “nuova arma strategica” durante la parata militare in occasione dell’anniversario nazionale di questa settimana.

Citando i recenti resoconti dei media statali a Teheran, il Rodong Sinmun ha detto che l’Iran è riuscito a migliorare la gamma dei missili da crociera Jask-II che possono essere lanciati dal sottomarino Fateh del paese mediorientale. Il giornale ha anche menzionato i nuovi sistemi radar iraniani, denominati Soroush e Misaq.

Non è raro che i media nordcoreani abbiano articoli sulle nuove armi iraniane. Si presume che la Corea del Nord e l’Iran abbiano mantenuto stretti legami nello sviluppo dei missili sin dagli anni Ottanta. L’ultimo articolo, tuttavia, attira l’attenzione tra le speculazioni che la Corea del Nord possa svelare una “nuova arma strategica” durante una parata militare che si terrà il 10 ottobre, quando il Paese celebrerà il 75° anniversario della fondazione del partito, riporta Yonhap.

La Corea del Nord ha venduto per la prima volta i missili balistici iraniani durante gli anni ’80 durante la guerra dell’Iran con l’Iraq. Alla fine degli anni ’80, la Corea del Nord e la Cina fornivano all’Iran circa il 70 per cento delle sue armi. Passati agli anni ’90, l’Iran e la Corea del Nord hanno iniziato a lavorare insieme per lo sviluppo a lungo termine missili balistici. I missili balistici a lungo raggio nordcoreani sono diventati la base per la serie di missili Shahab iraniani. La comunità d’intelligence Usa ha detto che la cooperazione missilistica tra Iran e Corea del Nord ha fornito all’Iran un aumento delle sue capacità militari.

Dall’inizio degli anni 2000, gli iraniani stavano dando alla Corea del Nord, dati importanti dei loro test missilistici per migliorare i sistemi balistici nordcoreani. Infatti, funzionari iraniani sono stati presenti in quasi tutti i test principali di missili nordcoreani.

Tommaso Dal Passo