CINA. Sostegno USA a Taiwan inutile

221

La “dimostrazione di sostegno” degli Stati Uniti a Taiwan è inutile: a dirlo il portavoce cinese, Wang Wenbin in una dichiarazione all’agenzia di stampa cinese Xinhua.

Il 28 febbraio la Cina ha esortato gli Stati Uniti a gestire con prudenza le questioni relative a Taiwan per evitare di minare ulteriormente le relazioni tra Cina e Stati Uniti e la pace e la stabilità nello stretto di Taiwan.

Il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin ha fatto le osservazioni in una conferenza stampa quotidiana, in risposta ai recenti rapporti dei media che gli Stati Uniti invieranno cinque ex funzionari di alto livello a visitare Taiwan in una dimostrazione del sostegno degli Stati Uniti all’isola.

Wang ha detto che il popolo cinese è fermamente impegnato a salvaguardare la propria sovranità nazionale e integrità territoriale. “La dimostrazione degli Stati Uniti del cosiddetto sostegno a Taiwan è inutile, chiunque essa mandi”.

Ha esortato gli Stati Uniti a rispettare il principio di una sola Cina e le disposizioni dei tre comunicati congiunti Cina-Stati Uniti, fermare tutti gli scambi ufficiali con Taiwan, e gestire le questioni relative a Taiwan con prudenza per evitare di minare ulteriormente le relazioni Cina-Stati Uniti, nonché la pace e la stabilità attraverso lo stretto di Taiwan.

Quando gli è stato chiesto dai giornalisti di Xinhua di commentare il recente atto degli Stati Uniti di accelerare il passaggio del cacciatorpediniere di missili guidati USS Ralph Johnson attraverso lo stretto di Taiwan, Wang ha detto che se gli Stati Uniti intendono incoraggiare i secessionisti che cercano “l’indipendenza di Taiwan” attraverso una tale mossa, «questo accelererà solo il crollo delle forze ‘indipendentiste di Taiwan’, e gli Stati Uniti pagheranno un prezzo pesante per il loro comportamento rischioso».

«Se gli Stati Uniti tentano di intimidire o fare pressione sulla Cina con una mossa del genere, vorremmo avvertire gli Stati Uniti che qualsiasi deterrenza militare è debole come rottami di ferro di fronte alla Grande Muraglia d’acciaio costituita da 1,4 miliardi di cinesi», ha detto Wang.

Antonio Albanese