BOLIVIA. Approvata l’adesione al MERCOSUR

32
Screenshot

Mercoledì scorso il Senato della Bolivia ha approvato l’adesione a pieno titolo al Mercato Comune del Sud, Mercosur, del paese senza sbocco sul mare, che dovrà quindi essere convertito in legge dal presidente Luis Arce Catacora. 

La Camera dei Deputati ha approvato, infatti, il 14 giugno l’iniziativa che permetterà al Capo dello Stato di partecipare al Vertice dell’8 luglio ad Asunción da una nuova prospettiva, riporta MercoPress.

Arce si unirà a Santiago Peña del Paraguay, Luiz Inacio Lula da Silva del Brasile e Luis Lacalle Pou dell’Uruguay. L’argentino Javier Milei non sarà presente all’incontro per evitare di incontrare Lula, che durante la sua campagna elettorale definì “un comunista corrotto” e da allora si rifiutò di ritrattare, e forse ora anche con Arce, accusato di aver organizzato la rivolta militare del 26 giugno a La Paz per rafforzare la sua immagine in declino.

”Il Senato della Bolivia approva il disegno di legge numero 225/2023-2024 C.D., che ratifica il Protocollo di Adesione dello Stato Plurinazionale della Bolivia al Mercato Comune del Sud (Mercosur). Questa decisione segna un passo significativo nell’integrazione regionale, consentendo alla Bolivia di diventare membro a pieno titolo del Mercosur”, ha pubblicato il Senato boliviano su Facebook.

Alla sessione della Camera alta di mercoledì hanno partecipato anche gli ambasciatori Luís Henrique Sobreira (Brasile) e Terumi Matsuo (Paraguay). Sobreira ha ricordato che tutti i paesi membri hanno approvato all’unanimità l’ingresso della Bolivia. Ha sottolineato che la Bolivia “partecipa a tutti i movimenti di integrazione che abbiamo, ora anche nel Mercosur. È stata una decisione sovrana”.

Per l’occasione, il Ministero degli Esteri brasiliano ha rilasciato una dichiarazione in cui sottolinea che la piena adesione della Bolivia “aprirebbe nuove opportunità per aumentare il commercio e gli investimenti” e “approfondirebbe la cooperazione sulle questioni sociali”.

I Parlamenti di Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay hanno già approvato l’ingresso della Bolivia. Il nuovo membro avrà ora quattro anni per adattare la propria legislazione alle linee guida del Mercosur secondo il Trattato fondatore del blocco di Asunción e altre norme sulla struttura istituzionale e sulla risoluzione delle controversie tra i paesi partecipanti.

Nello specifico, la Bolivia dovrà sostenere gli standard dei diritti umani del Mercosur e adottare tutte le misure necessarie per ridurre le asimmetrie con gli altri paesi membri.

Il protocollo di adesione della Bolivia è stato firmato nel 2015 ma era in attesa di ratifica nei vari parlamenti nazionali dei quattro paesi membri, anche se solo alla fine del 2023 il Brasile ha dato il via libera.

Lucia Giannini

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/