Il Parlamento kazako bacchetta politici russi

52

KAZAKHSTAN – Astana. 21/02/14. Secondo Kazinform i parlamentari kazaki hanno invitato il Ministero degli Affari Esteri del paese ad aggiungere nella lista di quelli che non possono entrare in Kazakhstan i politici russi Vladimir Zhirinovsky e Eduard Limonov. Citando come fonte Trend. 

 

Tra le motivazioni addotte dai parlamentari.«Uno dei risultati importanti del nostro governo è l’unità del suo popolo multinazionale e multireligioso, e le dichiarazioni del signor Limonov e Mr. Zhirinovsky possono essere interpretati male. Noi pensiamo che le dichiarazioni offensive fatte Zhirinovsky dovrebbero essere sconfessati pubblicamente dai rappresentanti ufficiali della Federazione Russa, deputato Nikolay Logutov ha detto durante la lettura della richiesta collettiva alla kazaka FM Yerlan Idrisov ai Majilis (Camera bassa del parlamento) il 26 febbraio. La domanda riguarda le dichiarazioni controverse fatte dal membro della Duma di Stato russa sulla Difesa e il leader del Partito Liberal Democratico di Russia, Vladimir Zhirinovsky. Il 23 Feb, Zhirinovsky ha parlato in una manifestazione in onore del Giorno del Difensore della Patria, dove ha detto che bisognerebbe privare gli Stati dell’Asia centrale dell’indipendenza. “Nessuna repubblica dell’Asia centrale”, ha detto Zhirinovsky, aggiungendo che al posto delle repubbliche dell’Asia centrale ci dovrebbe essere un “distretto dell’Asia Centrale Federale” con capitale Verny (antico nome di Almaty). Il nome ‘Almaty’ è un’invenzione di Uzbekistan, Kirghizistan, Tagikistan, Turkmenistan, Kazakhstan”. “Quando il Ministero degli Affari Esteri del Paese ha espresso preoccupazione per le dichiarazioni del politico russo Limonov che colpisce la sovranità e territoriale integrità del Kazakistan, è stato sottolineato che Limonov non ha uno status ufficiale e non può parlare a nome della Federazione Russa. Tuttavia, in questo caso, osservazioni analoghe sono pervenute da un alto funzionario. Non possiamo ignorare che, tra l’altro, Zhirinovsky è il leader del gruppo parlamentare della Duma di Stato dell’Assemblea Federale della Federazione Russa e membro del Consiglio di Stato della Russia, che, a nostro avviso, dovrebbe imporre su di lui l’ più grave la responsabilità per dichiarazioni pubbliche», ha detto Logutov. Secondo i deputati, Zhirinovsky ha superato i limiti rendendo offensiva la sua dichiarazione simile pubblicamente a nome del partito, che lede la sovranità e l’indipendenza del Kazakistan, secondo i parlamentari. «Sovranità, indipendenza e l’integrità territoriale del Kazakistan, ha pagato il prezzo alto attraverso un secolo di lavoro e ha pagato con il sangue dei nostri antenati sacrifici che sono immutabili e inviolabili, e qualsiasi tentativo di assalto alla loro memoria va rifiutato», ha detto la richiesta parlamentari. I parlamentari nella loro dichiarazione affermano che grazie agli sforzi dei due presidenti, le relazioni tra il Kazakistan e la Russia sono diventati un fulgido esempio di alleanza e partenariato strategico.«Siamo partner dell’Unione doganale e cooperare strettamente alla creazione dell’Unione economica eurasiatica. E Partiamo dal presupposto che le dichiarazioni pubbliche Zhirinovsky gettano un’ombra sulla collaborazione tra i nostri paesi e storicamente fondato fratellanza tra i nostri popoli», ha detto Logutov.