ARTICO. Lo Us Army si prepara a combattere tra i ghiacci

160

L’esercito statunitense sta implementando le sua capacità di combattimento artico e a quota elevata in Alaska e in tutto il mondo. Gli esperti del Maneuver Center of Excellence dell’esercito anno intervistato solistiche fanno servizio in Alaska e quelli di altre nazioni che hanno truppe da alta quota per costruire una forza di combattimento artico di cui ha Washington ha bisogno. Per ora, l’unità specifica per l’Artico sembra essere costruita sulle fondamenta di una Stryker Brigade Combat Team, Scbt.

Il concetto che sta prendendo forma nel prossimo futuro sembra un Sbct quasi interamente autosufficiente con più fanteria mobile, mortai e comunicazioni dedicate, guerra elettronica e squadre cibernetiche, riporta Army Times.

Tutte le parti interessate dell’Artico in tutto il Dipartimento della Difesa stanno esaminando i concetti recentemente presentati per una Brigata Artica. I piani attuali prevedono che il documento finalizzato vada alla leadership dell’esercito a giugno 2022.

Il Pentagono ha anche annunciato a metà novembre che Anchorage, Alaska, sarebbe stata la sede del Ted Stevens Center for Arctic Security Studies del DoD. Questa spinta si è sviluppata dalla strategia artica del Pentagono del 2019 e dalla strategia artica dell’esercito del 2021, tutte volte a proteggere le installazioni e gli interessi Usa in Alaska e a costruire la capacità di schierare una forza di combattimento specializzata nell’Artico.

Lo scioglimento dei ghiacci marini sta permettendo una maggiore mobilità e navigazione nell’Artico, che fornisce rotte di navigazione più veloci e opportunità di posizionamento militare per le nazioni artiche e almeno una nazione non artica.

A maggio 2021, tre sottomarini russi hanno sfondato il ghiaccio al Polo Nord. Questi tre sottomarini avevano la capacità di trasportare un totale di 48 missili balistici. Due jet MiG-31 e truppe di terra russe si sono incontrati con i sottomarini, tutto parte di un esercizio militare russo. Il Comando dell’Alaska degli Stati Uniti ha riferito all’inizio di quest’anno di aver intercettato più aerei militari russi nel 2020 che in qualsiasi altra occasione dalla fine della guerra fredda nel 1989. Anche se non è una nazione artica, la Cina ha pubblicato una strategia artica nel 2018. Il governo cinese ha costruito stazioni di ricerca nell’Artico e ha spinto per lo sviluppo delle infrastrutture nella regione.

Attualmente, l’esercito ha circa 11.600 soldati di stanza in Alaska, soprattutto a Fort Wainwright e Joint Base Elmendorf-Richardson. Le unità in servizio attivo includono due brigate di combattimento, un battaglione di supporto al combattimento e due battaglioni dell’aviazione.

Lo Us Army ha già esaminando la spesa specifica per l’Artico nei prossimi bilanci e decidendo se sono necessari più soldati per lo stazionamento permanente in Alaska. L’attuale proposta di bilancio prevede 65 milioni di dollari in fondi di ricerca, sviluppo e acquisizione e funzionamento e manutenzione per iniziare ad attuare la strategia artica dell’esercito.

Tutto, dalla pianificazione di un esercizio alla conduzione dei compiti di base dei soldati, richiede più tempo nell’Artico. Ai soldati appena arrivati nel trattori artico devono essere insegnate una serie di misure e lezioni quando arrivano in Alaska per la loro sopravvivenza e prontezza operativa.

Non ci sono ancora segnali concreti per creare una divisione artica dell’esercito Usa. Anche se il resto dell’esercito si sta spostando dalla brigata alla divisione e alla lotta a livello di corpo, le condizioni austere dell’Artico significano che un Sbct potrebbe essere là fuori da solo.

Secondo i piani attuali, i fuochi di una brigata artica saranno a livello di divisione, il che significa che i loro fuochi più affidabili, e a volte solo, saranno i loro mortai, mobili, montati e torrettizzati. I mortai smontati richiedono ai soldati di scavare sotto il ghiaccio o di usare un terreno paludoso e instabile nei mesi primaverili ed estivi.

Il futuro Sbct artico prevederebbe l’acquisizione di una piattaforma di mobilità artica per tutte le squadre di fanteria, compagnia di armi pesanti, esploratori e ingegneri. Aumenterebbe anche il numero di piccoli droni nell’unità e aggiunge un veicolo da combattimento robotico, un sistema di strato terrestre per la guerra elettronica, un plotone di ricognizione chimica, biologica, radiologica e nucleare e una terza compagnia di ingegneri – oltre ad aggiungere un battaglione di fanteria.

Il piano include anche l’aumento della produzione di acqua e della capacità di trasporto del battaglione di supporto della brigata, l’aumento della capacità di produzione additiva e la capacità del plotone di manutenzione dei droni.

La futura brigata artica deve essere schierabile in altre regioni artiche e di alta quota, come le aree che circondano la Russia e la Cina. Lo Us Army ha tenuto a lungo un esercizio militare con l’India noto come Yudh Abhyas. Precedentemente si teneva alla Joint Base Lewis McChord, nello stato di Washington, e si concentrava sui climi desertici, ma recentemente è cambiato divenendo in una missione artica.

Durante la più recente edizione, i soldati usa e indiani si sono esercitati ad evacuare le vittime con gli elicotteri Black Hawk e a caricare l’artiglieria con i CH-47 Chinook. Hanno anche assaltato un obiettivo come forza combinata a migliaia di metri sopra il livello del mare nelle montagne Chugach. Alla fine del 2022, i soldati statunitensi si addestreranno con le controparti indiane sull’Himalaya, al confine con la Cina.

Tommaso Dal Passo