AFGHANISTAN. Putin offre le basi russe agli USA, Biden nicchia

73

Il presidente russo Vladimir Putin a giugno ha offerto al presidente statunitense Joe Biden l’uso delle basi militari russe in Asia centrale per la raccolta di informazioni dall’Afghanistan.

Come riportato da Reuters, Kommersant e Tolo News, durante i colloqui del 16 giugno scorso, Putin ha proposto ai colloqui del 16 giugno con Biden a Ginevra di coordinarsi sull’Afghanistan e di mettere le basi russe in Tagikistan e Kirghizistan a “uso pratico”. Questo utilizzo “comune” pratico potrebbe comportare lo scambio di informazioni ottenute utilizzando i droni, ma che non c’è stata alcuna risposta concreta da parte degli Stati Uniti.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov il 16 luglio ha detto che il ritiro degli Stati Uniti e dell’alleanza Nato dall’Afghanistan ha reso la situazione politica e militare più incerta, che a sua volta ha esacerbato la minaccia dei talebani nella regione.

Parlando a una conferenza con alti funzionari dell’Asia centrale a Tashkent, capitale dell’Uzbekistan, Lavrov ha detto che la Russia vuole aiutare a dare il via ai colloqui di pace tra le parti in guerra in Afghanistan.

Una settimana fa, la Russia ha dichiarato la sua opposizione a un possibile piano degli Stati Uniti di schierare le sue truppe nei paesi dell’Asia centrale una volta che si ritirerà dall’Afghanistan il 31 agosto, che segnerà anche la fine di due decenni di impegno militare in Afghanistan.

Lavrov ha detto che la presenza di oltre 100.000 soldati degli Stati Uniti e della Nato in Afghanistan negli ultimi decenni non ha portato ad una vittoria degli Stati Uniti in Afghanistan e ha messo in discussione ciò che gli Stati Uniti vogliono ottenere schierando un numero inferiore di truppe all’esterno.

«A parte il Trattato di sicurezza collettiva, ci sono alcune indicazioni che i funzionari del Pentagono stanno cercando di trasferire le loro risorse nelle regioni vicine dell’Afghanistan al fine di attaccarlo, se necessario», ha detto il ministro degli Esteri russo.

Ha detto che una presenza militare statunitense in Asia centrale non sarà utile per la sicurezza regionale.

Tuttavia, il ministero della Difesa afgano ha detto che la cooperazione internazionale con l’Afghanistan è uno strumento essenziale per aiutare la nazione a combattere il terrorismo globale.

Anna Lotti